Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

"Cesena, dovrai essere lucido e sempre cinico"

A Monopoli alle 20 gara d’andata del primo turno della fase nazionale. Viali convinto: "Avanti compatti". Bianconeri senza Brambilla e Ardizzone

daniele zandoli
Sport

di Daniele Zandoli

"Non si tratta di vestire la stessa maglia, si tratta di sentire Cesena sulla propria pelle". E’ il grido di battaglia bianconero alla vigilia dei match che contano per dare un senso compiuto ad un campionato comunque da elite. Da oggi si comincia davvero a fare sul serio. Non che in campionato si sia scherzato, ma i playoff sono l’obiettivo vero alla caccia dell’unico posto rimasto per una squadra che non abbia avuto le sostanze del Modena. E quindi si parte da Monopoli, lontano per chilometri, ambizioni e caratteristiche e perciò trappola infernale da cui il Cesena dovrà guardarsi bene.

"Non lo conosciamo granchè, ha giocato nel girone meridionale, però ha già superato due scontri con Picerno e Virtus Francavilla e quindi dovremo stare molto attenti". William Viali ha avuto tempo per rinfoltire i ranghi in vista del gran finale. Adesso chi sbaglia paga e non ci sarà tempo per recuperare. "Affrontiamo una squadra dall’identità ben definita, molti elementi giocano insieme da anni. Sono intensi, esperti, arrivati quinti nel loro girone. Un match aperto ad ogni risultato".

Vietato severamente appellarsi a storia e pronostico, l’esperienza col Matelica di un anno fa ha insegnato. Il vantaggio di partire in trasferta e di chiuderla poi al Manuzzi conta. "Certo, come il poter pareggiare entrambe e poter passare. Ma non dobbiamo pensare a questo, anzi, non dobbiamo proprio pensare. La sosta ci ha permesso di sistemare qualche problemino e di recuperare quasi tutti gli infortunati. Restano fuori Brambilla, a cui auguro che i suoi colleghi gli consentano di mettersi in mostra in questi playoff e Ardizzone vittima di una contrattura nell’ultima rifinitura e che non è nemmeno partrito con la squadra".

Ci vuole tempo per l’ex Milan, qualche settimana almeno, in regia torna Rigoni, anche se non gioca da mesi e quindi ha tanta ruggine in corpo. "Si, torniamo numerosi anche a centrocampo dove eravamo all’osso". Difficile capire come si prepara al meglio un playoff, a volte basta un episodio anche fortuito per segnarne il destino. "Dovremo esaltare le nostre caratteristiche per affrontare al meglio questi primi 180 minuti – continua Viali – abbiamo preparato qualcosa di diverso, dovremo dare il massimo restando lucidi sempre, soprattutto stasera, nel primo match. Non bisogna perdere la testa nemmeno per un episodio negativo, avremo tempo per recuperare davanti ai nostri tifosi. Dovremo stare molto attenti sui calci piazzati, loro sono micidiali".

Si va in Puglia (dove ci saranno 153 tifosi bianconeri, diretta Tv su Eleven, Sky Sport 254 e in diretta radio in streaming su extra.rsd.it l’applicazione di Radio Sudio Delta) per limitare i danni, cercando di sorprendere il Monopoli con qualche piccolo ritocco, ma senza snaturare la filosofia del gruppo che ha portato la terza piazza nel girone.

"La differenza la faranno gli ultimi venti metri, lì le due squadre mostrano le armi migliori e dovremo essere lucidi ed ermetici dietro per colpire con cinismo". Torna disponibile Mulè in coppia con Ciofi per rendere ermetico il bastione davanti a Nardi. "E’ rientrato, ma si è allenato a singhiozzo. Dietro ci siamo sistemati. Siamo abbastanza tranquilli, conta essere lucidi e concentrati. Abbiamo aperto la stagione chiedendo anima e atteggiamento giusti, sentendo il Cesena sulla propria pelle. Avanti compatti".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?