Quotidiano Nazionale logo
17 mar 2022

Signani, a Massy per confermarsi campione d’Europa

Il pugile longianese, alla terza difesa del titolo continentale, sabato affronterà un osso duro come francese Anderson Prestot

ermanno pasolini
Sport

di Ermanno Pasolini

Ormai tutto è pronto per il quarto incontro europeo per Matteo Signani il 42enne pugile longianese, soprannominato ’Il Giaguaro’ che avrà luogo a Massy in Francia dopodomani, sabato, dove ancora una volta difenderà il titolo europeo dei pesi medi contro il 32enne francese Anderson Prestot. Dopo avere conquistato la cintura europea, Matteo Signani ha già difeso il titolo due volte l’ultima delle quali il 5 novembre al Pala Eur di Roma contro lo sfidante spagnolo Ruben Diaz. Signani ha disputato 39 incontri da professionista, con un carnet fatto di 31 vittorie, 5 sconfitte e 3 pareggi. ’Il Giaguaro’ è sottocapo della Guardia Costiera di Rimini addetto alla sezione Polizia Marittima dove ogni giorno presta servizio.

La preparazione è terminata? "Siamo quasi al termine di una preparazione molto dura, ma è così che deve essere per stare sul tetto d’Europa".

E’ dura alla sua età rispettare delle regole per essere al top? "Rispettare le regole e fare la vera vita da atleta è sempre dura, soprattutto quando si cresce, ma io sono molto meticoloso e serio nel seguire scrupolosamente tutto quello che devo fare per essere sempre al top. Mi piace ed è il mio stile di vita".

Quali sono le caratteristiche principali del suo sfidante a cui dovrà fare più attenzione?

"E’ leggermente più alto di me, spara colpi lunghi ed è potente. Dovrò stare sempre attento e replicare colpo su colpo. Sono pronto".

Cosa le ha consigliato il suo allenatore Gian Maria Morelli?

"E’ soddisfatto della preparazione. Anche lui vede il mio ottimo stato fisico, ogni giorno alla palestra Ring side Boxe di Rimini in via Sassonia 32. Insieme al trainer Daniel Scarpellini e al preparatore atletico Nicola Zignani stiamo studiando bene l’avversario. Andremo lì tutti solo con un unico obbiettivo".

Sta anche seguendo una dieta particolare?

"Certo, un vero campione inizia a tavola, è fondamentale seguire una corretta alimentazione. Il mio medico nutrizionista Andrea Del Seppia, vede che seguo alla lettera tutto".

I suoi fans hanno detto che vogliono vederla combattere per il mondiale.

"Ora c’è questo ostacolo da superare, poi si vedrà. Il mio sogno è bene chiaro e custodito sempre dentro di me".

Chi la seguirà in Francia, oltre al suo staff tecnico e medico?

"Verrà la famiglia, mia mamma Lucia, le mie sorelle Raffaella e Alba, la mia compagna Eleonora, e so che molti altri hanno già preso il biglietto per venire a sostenermi. Tutto il resto delle persone che mi seguono sempre e mi vogliono bene, sabato tiferanno per me e i pensieri mi arriveranno per aiutarmi. Sto bene, mi sento molto bene, il Giaguaro è pronto alla battaglia. Sangue, Sudore, Gloria!".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?