Il bollettino coronavirus di oggi in Emilia Romagna
Il bollettino coronavirus di oggi in Emilia Romagna

Bologna, 14 settembre 2020 - Meno tamponi e meno contagi di ieri: sono 127 i nuovi positivi al coronavirus rilevati dalla Regione in Emilia Romagna nelle ultime ore (ieri i positivi sono stati 143). Ma i tamponi processati sono appena 4.880 (ieri, che era domenica erano stati oltre 6.100). A livello italiano, i contagi di oggi sono in calo: 1.008 (contro i 1.458 di ieri) ma aumentano le vittime che oggi sono 14, il doppio di ieri.

Leggi ancheIl vaccino influenzale sarà in vendita anche in farmacia - Coronavirus, il bollettino di oggi. Dati Covid in diretta e tabella del 14 settembre

Continuano ad aumentare i casi attivi, che superano quota 4mila (125 in più di quelli registrati ieri). Oggi, per fortuna, non si registra nessun decesso. Dei 127 nuovi casi in regione, 65 sono asintomatici e l'età media è di 40 anni. Inoltre, 74 erano già in isolamento e 51 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Aumentano anche persone in isolamento a casa: ora sono 3.881 (115 in più rispetto a ieri). Arrivano a 18 (+1) i malati ricoverati nelle terapie intensive della regione, mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 165 (+9).

Sono 28 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, cinque quelli di rientro da altre regioni. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registrano nelle province di Bologna (20), Piacenza (19), Ravenna (19), Reggio Emilia (18), Modena (15) e Parma (11).

Il covid per provincia

Ecco come sono distribuiti i 127 nuovi casi di oggi: 4.911 a Piacenza (+19, di cui 8 sintomatici), 4.115 a Parma (+11, di cui 4 sintomatici), 5.603 a Reggio Emilia (+18, di cui 11 sintomatici), 4.669 a Modena (+15, di cui 4 sintomatici), 5.971 a Bologna (+20, di cui 11 sintomatici), 537 a Imola (+1, sintomatico), 1.331 a Ferrara (+6, di cui 4 sintomatici), 1.658 a Ravenna (+19, di cui 6 sintomatici), 1.263 a Forlì (+3, di cui 2 sintomatici), 1.064 a Cesena (+8, di cui 7 sintomatici) e 2.509 a Rimini (+7, di cui 4 sintomatici)./JF

Bologna, 20 casi

Bologna e provincia, su 20 nuovi casi, 2 sono di rientro dall’estero (Spagna), 2 da altre regioni italiane (Lombardia), 1 è stato diagnosticato dopo le vacanze in Riviera romagnola e riconducibile al focolaio già noto di una discoteca, 7 sono stati individuati in quanto contatti di casi già noti, tutti in ambito familiare, 1 è stato individuato nell’ambito dei controlli pre-ricovero, 6 casi sono stati classificati come sporadici e di 1 è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

Piacenza, 19 contagi

In provincia di Piacenza, su 19 nuovi positivi, 5 sono di rientro dall’estero (Bosnia, Serbia, Macedonia, Repubblica Dominicana e Grecia i paesi di provenienza), 7 casi sono stati individuati per sintomi, 6 diagnosticati grazie ai controlli pre-ricovero, mentre 1 caso a seguito dei controlli sulle categorie professionali a rischio.          

Ravenna, 19 malati

In provincia di Ravenna sono 19 i nuovi contagi: 4 sono di rientro dall'estero (Romania), 12 sono contatti di casi già noti, di cui 9 all'interno di focolai familiari, 2 casi hanno effettuato volontariamente lo screening mentre 1 caso è stato classificato come sporadico.

Reggio Emilia 18

A Reggio Emilia e provincia, su 18 nuovi casi, 6 sono riconducibili a focolai familiari, 5 casi sporadici, 6 sono di rientro dall’estero (1 dal Marocco, 3 dall’Ucraina, 1 dall’Egitto, 1 dall’Albania), 1 caso da un’altra regione (Lombardia).

Modena 15

In provincia di Modena, su 15 nuovi positivi, 4 sono di rientro dall’estero (3 dalla Turchia e 1 dalla Moldavia), 1 di ritorno dalla Puglia, 8 nuovi contagi individuati in quanto contatti di casi già noti, riconducibili a diversi focolai familiari, 2 casi infine sono stati classificati come sporadici.

Parma 11

In provincia di Parma su 11 nuovi casi positivi, 4 riguardano rientri dall'estero (Albania, Ucraina, Marocco e Romania), 2 pazienti hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 2 sono stati individuati grazie agli screening aziendali interni, 2 attraverso i test di pre-ricovero ospedaliero, 1 attraverso i controlli sulle categorie a rischio.

 

Il bollettino covid in Italia

Scendono a 1.008 i nuovi contagi da coronavirus (-450) con circa 45mila tamponi (-27mila rispetto a ieri). E' quanto emerge dal bollettino odierno della Protezione civile che registra anche 14 decessi. Gli attualmente contagiati salgono a 39.187 (+678) con 2.122 pazienti ricoverati con sintomi (+80) e 197 in terapia intensiva (+10). Restano in isolamento domiciliare 36.868 pazienti (+588). In testa per numeri di contagi il Lazio (181), seguito da Emilia Romagna (127) e Lombardia (125).

Il vaccino influenzale

Grazie a un accordo tra Governo, Regioni e case farmaceutiche, il vaccino influenzale 2020 sarà disponibile - anche se in una piccolissima percentuale - anche nelle farmacie italiane. Federfarma, infatti, aveva sottolienato che il notevole aumento di richiesta del prodotto da parte dei medici avrebbe messo a rischio la distribuzione nelle farmacie a pagamento per chi non rientra nelle fasce a rischio. "Oggi, in Conferenza Stato-Regioni, abbiamo sancito l`intesa per distribuire una quota di vaccini anti-influenzali, disponibile per ogni singola Regione, attraverso il sistema territoriale delle farmacie", assicura invece il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini.

Nuovo ospedale a Piacenza

Via libera dalla Conferenza Stato-Regioni all'intesa sui 20 milioni di euro che il Governo ha destinato per la realizzazione del nuovo ospedale di Piacenza. Le risorse sono state sbloccate nel corso della riunione di oggi. L'investimento sull'ospedale supera i 156 milioni di euro e i fondi in arrivo da Roma permetteranno alla Regione Emilia-Romagna di destinare una cifra identica al potenziamento della rete dei servizi sanitari del territorio. Oltre al nuovo ospedale piacentino, con l'intesa di oggi vengono destinati anche 4,7 milioni di euro al progetto di Hospice area centro Modena, che sorgerà a Baggiovara (un milione in più rispetto al contributo ipotizzato in un primo momento).. 

Covid ed export

Il Covid ha fatto 'male' anche all'export dell'Emilia-Romagna, come appare nei dati Istat analizzati da Unioncamere Emilia-Romagna. Tra aprile e giugno, le esportazioni emiliano-romagnole sono risultate pari a poco più di 12.709 milioni di euro, il 14,3% dell'export nazionale, e hanno fatto segnare una caduta del 25,3%. "La flessione ha dimensione importante, tuttavia più contenuta rispetto alla diminuzione del 28,9% riferita al secondo trimestre del 2009", annota  Unioncamere. Insomma, è andata un po' meno peggio di quando la crisi colpì duro. Tra le regioni grandi esportatrici e maggiormente colpite dalla pandemia, l'andamento non è omogeneo: l'Emilia-Romagna, con il 25,3% "ha contenuto i danni al meglio e si conferma la seconda regione italiana per quota dell'export nazionale", evidenzia Unioncamere. Le esportazioni si sono ridotte del 25,4% nel Veneto e del 26,9% in Lombardia, ma quelle della Toscana hanno perso il 29,2% e quelle del Piemonte il 35,7%.

Il segno rosso ha prevalso in tutti i comparti principali, con la sola eccezione dell'agricoltura (+0,6%). Il principale contributo negativo è venuto dalle esportazioni dei macchinari e apparecchiature meccaniche (-26,7%), seguito dai mezzi di trasporto, che perdono il 36% delle vendite estere, e delle industrie della moda (-41,4%), che registrano la più ampia caduta tra i settori considerati. Tengono meglio le esportazioni dell'aggregato delle altre industrie manifatturiere (-15%), grazie all'industria del tabacco (-8,9%), quelle delle industrie chimica, farmaceutica e delle materie plastiche (-8%), sostenute da un incremento del 34,2% dei farmaceutici avvantaggiatisi della pandemia, e quelle dell'industria alimentare e delle bevande (-6%).

Le altre notizie

Berlusconi dimesso dall'ospedale

Covid e scuola: guida per i genitori

Nel mondo superati i 29 milioni di contagi

Nelle Marche calano tamponi e contagi