Bologna, 24 luglio 2021 - Ma lo sapete che la situazione non è così malvagia e e che in fondo ha ragione Mario Draghi quando sostiene che questi vaccini ci stanno salvando? Abbiamo analizzato ai raggi X Emilia Romagna e Marche. C’è, ovviamente, un bicchiere mezzo vuoto: se ti metti a guardare i numeri dei contagi rischi di prenderti paura. Osservate con attenzione il tabellone sotto: in Emilia Romagna ieri sono stati 474, 27 in più del giorno prima, più del doppio di una settimana fa, quasi dieci volte tanto un mese fa.

Il focus Prenotazione vaccino: è corsa al Green pass. L'effetto Draghi regione per regione - Colori regioni: Emilia Romagna e Marche restano in zona bianca

Più o meno analogo il trend delle Marche: si è superata la soglia dei 100 contagi (106), il doppio di sette giorni fa e numero decuplicato se confrontato col 23 giugno. Non parliamo poi di altri parametri tipo l’Rt (indice di trasmissibilità) che è salito a 1,35 in Emilia Romagna e a 1,46 nelle Marche. Con questi numeri, a marzo, si sarebbe chiuso più o meno tutto. Invece ormai tanti cittadini si sono vaccinati e di conseguenza – nonostante la variante Delta che spopola e nonostante i misteri di un virus che magari ci rivelerà ancora tante brutte sorprese – la gente si ammala di meno, perché ovviamente è più protetta. 

Covid 24 luglio 2021 Emilia Romagna, il bollettino di oggi. Dati e contagi

Eccolo il bicchiere mezzo pieno, ovviamente collegato a quello vuoto: i ricoveri. In Emilia Romagna i pazienti in condizioni molto gravi, in Terapia Intensiva, stanno calando, giorno dopo giorno: un mese fa erano 62, ieri 9. Capovolta la situazione rispetto ai contagi. E il virus è pericoloso se fa morire o ammalare gravemente i contagiati, non se ha gli effetti di una antipatica influenza. Va detto, intendiamoci, che l’effetto contagi, nella sua pericolosità, si potrà vedere più avanti, perché fra il momento in cui uno si becca il virus e finisce in ospedale o addirittura in Terapia Intensiva possono passare giorni, settimane. Ma un segnale incoraggiante, sempre guardando le statistiche, ci arriva da quello che succedeva la scorsa fine estate, quando è partita la cosidetta seconda ondata. Il 15 settembre in Emilia Romagna ci furono 125 contagi e 17 persone erano ricoverate in Terapia Intensiva, 168 negli altri reparti. Entrambi i numeri oggi sono inferiori, anche se i contagi si sono triplicati.

Nelle Marche il trend è un po’ diverso: crescono i ricoveri ospedalieri rispetto alle ultime settimane, ma non sono certo numeri da paura. La morale è quella di partenza: vaccinarsi ci fa bene. Per questi motivi, o magari anche per avere semplicemente il Green Pass, 80mila persone da lunedì a ieri mattina si sono prenotate per la puntura in Emilia Romagna: 15mila giovani under 18. Numero triplicato rispetto alle settimane precedenti.