Bologna, 10 gennaio 2021 - Ancora una brutta giornata per l'Emilia Romagna che vede i dati fare un altro bazo in avanti e teme ancora di più di finre in zona rossa a causa dei nuovi criteri allo studio per il Dpcm del 16 gennaio, anche se l'ipotesi ha fatto andare su tutte le furie il presidente Stefano Bonaccini. In particolare, raddoppia l'indice di positività dei contagi da coronavirus in Emilia Romagna. Ieri la percentuale era poco sopra l'11%, oggi invece si attesta al 21,4%. Anche se la percentuale è alta, si tratta di un dato in linea con gli altri giorni festivi, quando i tamponi vengono effettuati nei casi maggiormente necessari, in presenza di sintomi o situazioni nelle quali l'esito positivo è spesso atteso, e che quindi non si può considerare indicativo di una tendenza.

L'aggiornamento dell'11 gennaio: dati Covid dell'Emilia RomagnaZona rossa: Emilia Romagna e Veneto. Marche a rischio - Emilia Romagna verso la zona rossa: l'ira di Bonaccini - Marche: cresce ancora la percentuale dei positivi - Veneto: calano morti e contagi covid

Covid: il bollettino di oggi in Italia

Sono 18.627 i nuovi contagi rilevati oggi dal bollettino del ministero della Salute su 139.758 i tamponi effettuati. Il tasso di positività sale al 13,3% (+1,7% rispetto a ieri). Le vittime sono 361. Sono ad oggi 598.798 le dosi di vaccino anti-covid somministrate in italia su 908.700 consegnate. Aumentano i ricoverati in ospedale: sono 23.427 di cui 2.615 in terapia intensiva (+22). Crescono anche i malati che hanno avuto bisogno del sostegno medico nei reparti non critici (+167). La regione con il maggior numero di nuovi casi è la Lombardia (3.267), seguita da Emilia Romagna (2.193), Veneto (2.167), Lazio (1.746) e Sicilia (1.733). Attualmente i positivi sono 579.932 di cui 553.890 in isolamento domiciliare.

Ad essere vaccinati sono stati 364.680 a donne e 225.118 a uomini (qui la dashboard italiana in tempo reale). Tra le Regioni è in testa la Campania, che ha somministrato l'89,5% delle dosi ricevute, seguita da Veneto con l'81,8%, Toscana con il 79,9%, Umbria con il 79,6% e Sicilia con il 74,5.

I dati sul contagio in Emilia Romagna del 10 gennaio

Tornando ia dati emiliano romagnoli, sono 2.193 i nuovi positivi in regione su un totale di 10.206 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore e dall’inizio dell’epidemia si sono registrati 190.892 casi di positività. Ci sono purtroppo altri 58 decessi e l'età media del contagio è di 44,6 anni. Dei nuovi contagi, 1.038 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 468 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 742 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. 

Covid in Italia oggi: i dati sui contagi da Coronavirus. Il bollettino del 10 gennaio

I contagi in provincia

La situazione dei contagi per provincia vede Bologna con 446 casi, Modena con 393, Reggio Emilia con 300 casi e a seguire Rimini (248), Ravenna (163), Ferrara (161); Piacenza (144), Cesena (110), e Forlì (77), Parma (73) e il circondario di Imola (78).

La Pfizer arruola due aziende di Rimini - Vaccinati in Italia: ecco i dati ufficiali in tempo reale

image

Casi attivi e guariti

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 593 in più rispetto a ieri e salgono così a quota 122.647. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 59.908 (+1.542 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 56.966 (+1.519), il 95% del totale dei casi attivi.

Le terapie intensive

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 237 (3 in meno rispetto a ieri), 2.705 quelli negli altri reparti Covid (+ 26). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 14 a Piacenza (uno in più  rispetto a ieri), 14 a Parma (invariato rispetto a ieri), 18 a Reggio Emilia (invariato), 54 a Modena (+2), 45 a Bologna (-4), 16 a Imola (+1), 27 a Ferrara (+1), 17 a Ravenna (-2), 4 a Forlì (-1), 4 a Cesena (invariato) e 24 a Rimini (-1).

I decessi

Purtroppo, si registrano 58 nuovi decessi: 24 a Bologna (10 donne di 79, 81, 82, 85, 88, 89, 91, due di 92 e una di 94 anni e 14 uomini di 64, 67, 70, 73, 74, due di 81, 82, tre di 85 anni,  due di 87, e uno di 88 anni),10 a Ravenna (7 donne, di 52, 73, 83, 84, 88, 96, e 3 uomini di 84, 89 e 98 anni), 7 a Modena (4 donne di 93, 95, 80, 85,  e 3 uomini di 76, 86, 87 anni), 7 a Piacenza (4 donne di 81, 87, 91, e 93 anni e 3 uomini di 78, 85, 96 anni ), 5 a Rimini (tutti uomini di 58, 76, 80, 82, 85 anni), 2 in provincia di Forlì-Cesena ( due donne di 86 e 93 anni ), 1 a Ferrara (una donna di 82 anni ), 2 a Reggio Emilia (2 donne di 84 e 92 anni), nessuno in provincia di Parma. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in Emilia-Romagna sono stati 8.337.

La mappa del contagio 

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 16.731 a Piacenza (+144 rispetto a ieri, di cui 96 sintomatici), 13.886 a Parma (+73, di cui 46 sintomatici), 25.754 a Reggio Emilia (+300, di cui 115 sintomatici), 33.975 a Modena (+393, di cui 204 sintomatici), 37.965 a Bologna (+446, di cui 248 sintomatici), 6.108 casi a Imola (+78 di cui 28 sintomatici), 10.448 a Ferrara (+161, di cui 46 sintomatici), 14.619 a Ravenna (+163, di cui 89 sintomatici), 6.792 a Forlì (+77, di cui 54 sintomatici), 7.616 a Cesena (+110, di cui 86 sintomatici) e 16.998 a Rimini (+248, di cui 143 sintomatici).

image

Oltre 65mila vaccini

Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, in questa prima fase riguardante il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani: il conteggio progressivo delle somministrazioni effettuate si può seguire in tempo reale on line, sul nuovo portale della Regione Emilia-Romagna dedicato all’argomento: https://salute.regione.emilia-romagna.it/vaccino-anti-covid. Alle 14.30 sono state vaccinate oltre 65.600: più di 4mila le somministrazioni oggi a quell’ora, tendendo presente che le aziende sanitarie proseguono per l’intera giornata, fino a sera

L'Emilia Romagna rischia la zona rossa

L'Emilia Romagna rischia la zona rossa. Appena passata in zona arancione, la regione rischia di aggravare ancora di più la propria posizione. Dopo l'abbassamento della soglia dell'indice Rt che descrive il tasso di contagiosità del Coronavirus per determinare il posizionamento nelle fasce (da 1,25 a 1 per entrare in zona arancione  e a 1,25 anziché ad 1,50 per passare alla zona rossa), infatti il governo sta pensando di introdurre un'ulteriore stretta per determinare il 'colore' con regole che entrerebbe in vigore da metà gennaio: tra i criteri per definire le restrizioni, il Cts (Comitato Tecnico Scientifico) propone di istituire la soglia dei 250 casi settimanali di positività al coronavirus per 100mila abitanti, che farebbe scattare in automatico la zona rossa.  

I vaccini covid in Emilia Romagna

Oggi, alle ore 18.30, in regione sono state vaccinate contro il Coronavirus 5.874 persone, ancora della fase uno: sanitari di ospedali e delle Cra, ospiti delle strutture per anziani. Salgono quindi a 67.317 le persone vaccinate in Emilia- Romagna al momento, il 77% delle dosi consegnate al momento (87.750).

Nei prossimi due giorni - lunedì 11 e martedì 12 gennaio - arriveranno le nuove forniture Pfizer-BioNtech, così come previsto: 45 scatole da 1.170 dosi ciascuna, per un totale di 52.650, distribuite fra tutte le aziende sanitarie regionali, in ogni provincia.

Coronavirus Italia

Zona rossa: i criteri che inguaiano l'Emilia Romagna

Vaccinati in Italia: ecco i dati ufficiali in tempo reale

Zona arancione, ristoranti allo stremo: "Incassi giù del 70%"

"Coi ristori non pago neanche la luce"

La Pfizer arruola due aziende di Rimini