Bologna, 17 maggio 2021 – Ancora un crollo dei contagi in Emilia Romagna: sono 342 secondo il bollettino covid di oggi, 17 maggio (contro i 452 di ieri). Tenendo comunque conto del fatto che il fine settimana si eseguono meno test, è comunque una buona notizia. Sono stati 11.094 tamponi fatti (ieri 14.163). Il 94,7% dei casi attivi è in isolamento a casa, senza sintomi o con sintomi lievi. L'età media nei nuovi positivi è di 35,6 anni. Purtroppo si registrano 9 decessi (ieri 7). 

L'aggiornamento Coronavirus, bollettino del 18 maggio in Emilia Romagna  

Dati nazionali Covid oggi Italia, bollettino sul Coronavirus del 17 maggio. Contagi e dati dalle regioni

Covid, i dati dell'Emilia Romagna

 

Bollettino contagi covid Emilia Romagna 17 maggio 2021

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 379.918 casi di positività, 342 in più rispetto a ieri, su un totale di 11.094 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 3,1%: un valore peraltro non indicativo dell’andamento generale visto il numero di tamponi effettuati, che la domenica è inferiore rispetto agli altri giorni. Inoltre, nei festivi soprattutto quelli molecolari vengono fatti prioritariamente su casi per i quali spesso è atteso il risultato positivo.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 7.384 tamponi molecolari, per un totale di 4.625.898. A questi si aggiungono anche 3.710 tamponi rapidi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guaritesono 753 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 343.813.

Il Coronavirus in Italia: dati e tabella delle regioni

Ancora in netto calo la curva epidemica in Italia. Nelle ultime 24 ore i nuovi casi sono 3.455 (ieri 5.753): si tratta del numero più basso addirittura dal 6 ottobre 2020, praticamente agli albori della seconda ondata. Come sempre il lunedì, crollano anche i tamponi, 118.924, 84 mila meno di ieri. Il tasso di positività tuttavia, a conferma che il calo è concreto, rimane sostanzialmente stabile al 2,9% (ieri 2,8%).
In aumento invece i decessi, 140 oggi (ieri 93), per un totale di 124.296 vittime dall'inizio dell'epidemia. Sempre in discesa i ricoveri: le terapie intensive sono 25 in meno (ieri -26) con 69 ingressi del giorno, e scendono a 1.754, mentre i ricoveri ordinari calano di 110 unità (ieri -359), e sono 12.024 in tutto. E' quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

image

La mappa dei contagi in regione, provincia per provincia

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 23.358 a Piacenza (+11 rispetto a ieri, di cui 6 sintomatici), 27.537 a Parma (+25, di cui 6 sintomatici), 46.260 a Reggio Emilia (+43, di cui 23 sintomatici), 64.683 a Modena (+89, di cui 46 sintomatici), 81.134 a Bologna (+73, di cui 49 sintomatici), 12.486 casi a Imola (+4, tutti sintomatici), 22.961 a Ferrara (+18, di cui 8 sintomatici), 30.014 a Ravenna (+23, di cui 12 sintomatici), 16.636 a Forlì (+14, di cui 8 sintomatici), 19.158 a Cesena (+15, di cui 14 sintomatici) e 35.691 a Rimini (+27, di cui 11 sintomatici). Rispetto ai giorni precedenti, è stato eliminato 1 caso, positivo a test antigenico ma non confermato da tampone molecolare.

Morti per coronavirus Emilia Romagna 17 maggio

Purtroppo, si registrano 9 nuovi decessi: 2 a Parma (2 uomini di 83 e 85 anni), 1 a Reggio Emilia (1 uomo di 65 anni), 1 a Bologna (1 donna di 87 anni), 3 a Ferrara (2 donne di 80 e 87 anni e 1 uomo di 91 anni) e 2 a Ravenna (2 uomini, entrambi di 81 anni). Non risultano decessi in provincia di Piacenza, Modena, Forlì-Cesena e Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia i decessi in regione sono stati 13.097.

Ricoveri covid Emilia Romagna

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 156 (-1 rispetto a ieri), 1.062 quelli negli altri reparti Covid (+20). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 8 a Piacenza (+1 rispetto a ieri), 13 a Parma (-1), 19 a Reggio Emilia (-1), 23 a Modena (invariato), 48 a Bologna (invariato), 8 a Imola (+1), 12 a Ferrara (-1), 7 a Ravenna (-1), 4 a Forlì (invariato), 3 a Cesena (invariato) e 11 a Rimini (+1).

Casi attivi e in isolamento

Per quanto riguarda le persone complessivamente guaritesono 753 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 343.813. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 23.008 (-420rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 21.790 (-439), il 94,7% del totale dei casi attivi.

La buona notizia: chiude repardo covid di Vergato

Chiude il reparto Covid di bassa intensità dell'ospedale di Vergato, nel Bolognese. Con 36 posti letto dedicati, il reparto ha supportato il percorso di guarigione di oltre 600 cittadini colpiti da infezione Sars-Cov-2, molti dei quali provenienti dalla città e/o trasferiti all’Ospedale Maggiore: segno della grande sinergia sperimentata durante la pandemia tra le strutture sanitarie della città e del territorio. 

Dei 73 nuovi casi di positività in provincia di Bologna, 49 hanno effettuato il tampone per presenza di sintomi, 15 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 2 attraverso test per categoria,1 mediante test pre-ricovero, mentre è in corso l’indagine epidemiologica per 6. Tra i 73 nuovi contagi, 44 sono sporadici e 29 sono inseriti in focolai. Nessun caso è stato importato da altre regioni, nè dall’estero. Salgono a 249.986 le prenotazioni complessive per le fasce di età alle quali è attualmente rivolta la campagna vaccinale.

Prenotazione del vaccino per gli over 40: via alle candidature

Sono iniziate questa mattina in Emilia Romagna le candidature vaccinali per la fascia d’età 40-49 anni, quindi per i cittadini nati tra il 1972 e il 1981 compresi. E come sempre in poche ore, alle 11, sono già decine di migliaia, esattamente 71.063, da Piacenza a Rimini le persone che si sono registrate sul sito internet della Regione per la somministrazione del vaccino.  Al di là di qualche rallentamento del sistema - poi superato - dovuto al grande numero di accessi effettuati, non si sono registrate fino ad ora particolari criticità.

La procedura è semplice: occorre selezionare la classe d’età interessata e compilare un modulo con i propri dati anagrafici. Tutti coloro che si registreranno verranno successivamente contattati con l’indicazione della data della somministrazione, non appena saranno note le forniture vaccinali del mese di giugno. Nel frattempo infatti la priorità va data, come stabilito dalla Struttura commissariale nazionale, alle classi di età superiore e alla popolazione fragile.

Quella dei ‘quarantenni’ è una platea molto vasta, potenzialmente composta da 696mila residenti, che però non dovranno essere vaccinati tutti, perché c’è già chi - e si tratta di oltre 162.500 persone ad oggi - ha iniziato o addirittura concluso il percorso vaccinale in quanto appartenente a un’altra categoria professionale o di rischio (ad esempio, i lavoratori dei servizi socio-sanitari e delle forze dell’ordine, il personale del mondo della scuola e dell’università, le persone estremamente vulnerabili per patologie o fragilità oppure in forte sovrappeso).  Naturalmente sarà possibile registrarsi anche in seguito: il portale rimane disponibile per questa fascia d’età e anche per quella dei 50/54enni, che – solo questi ultimi - in alternativa possono telefonare ai propri medici di medicina generale, in capo ai quali è la somministrazione del vaccino per i 50/54enni.   

Analizzando i diversi ambiti territoriali, delle 71.063 prenotazioni complessive, 3.202 sono avvenute a Piacenza, 8.629 a Parma, 8.098 a Reggio Emilia, 11.400 a Modena, 18.882 a Bologna, 2.440 a Imola, 4.428 a Ferrara e 13.984 nelle province di competenza dell’Ausl della Romagna, cioè Forlì-CesenaRavenna Rimini.

“Si conferma come sempre la buona risposta dei cittadini - sottolinea l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Raffaele Donini -. In pochissime ore le richieste hanno abbondantemente superato il 10% dell’intera fascia, considerando che tra i 40 e i 49enni più di 162mila persone hanno già ricevuto almeno una dose di vaccino. L’Emilia Romagna ha un’organizzazione che le consente di vaccinare tutti e velocemente, serve solo la materia prima, cioè le dosi in giusta quantità e speriamo in tempi rapidi. Non appena saranno note le forniture di giugno, procederemo a vaccinare anche la classe dei 40/49enni; intanto andiamo avanti con la tabella di marcia prevista dalla struttura del Generale Figliuolo, che stabilisce la priorità per età maggiori e persone fragili”. 

Vaccinazioni: oltre 2 milioni di dosi somministrate

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 2.182.139 dosi; sul totale, 723.802 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

 

Covid, le altre notizie

I dati sui contagi nelle Marche

L'ultima mappa del covid colorata col 'vecchio' Rt

Il fisico Battiston: "In estate l’epidemia non ripartirà. Emilia Romagna prima ad uscirne"

Vaccino Emilia Romagna, prenotazioni oggi: tocca agli over 40, la guida

Vaccini covid, l'epidemiologo: "Ecco perché tutti funzionano"

Riviera romagnola e turismo. "Prenotazioni ok, ma togliere il coprifuoco o è la fine"

Zona Emilia-Romagna, Marche e Veneto: c'è chi spera nel bianco