Bologna, 30 luglio 2021 - Sono 544 nuovi positivi di oggi su 24.658 tamponi eseguiti, con un tasso di positività del 2,2%. È stato registrato un solo decesso in tutta la regione, mentre l'età media di chi ha contratto il Covid è di 31,9 anni

Oggi è il giorno del monitoraggio settimanale prodotto da Ministero della Salute e dall'Istituto superiore di sanità (Iss) e secondo la bozza uscita in mattinata, sale l'indice Rt nazionale che, dall'1,26 di venerdì 23 luglio, passa al 1,57. Cresce anche il dato nazionale riguardo l'incidenza dei casi: sette giorni fa erano 41 casi ogni 100mila abitanti, oggi, venerdì 30 luglio sono saliti a quota 58 ogni 100mila. Oltre a indice Rt e incidenza, sale anche l'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero: è a 1,46 (range 1,38-1,55) al 20 luglio. In Emilia Romagna, il nuovo indice Rt è a 1,75, in rialzo rispetto alla scorsa settimana quando si era fermato a 1,35. 

  I dati del bollettino dell'Emilia Romagna di oggi, 30 luglio

Sebbene questo aumento generale di tutti gli idicatori, nessuna regione passerà in zona gialla, dato che in tutte le regioni l'occupazione di terapie intensive e aree mediche è ancora al di sotto dei nuovi parametri stabiliti dal decreto Covid del 23 luglio. Le soglie da non superare per entrare in zona gialla sono infatti le seguenti: 10% di occupazione delle terapie intensive e 15% per quanto riguarda le aree mediche

Ieri, l'assesore reigionale alla Salute Raffaele Donini ha fatto il punto della situazione in Emilia Romagna per quanto riguarda pandemia e campagna vaccinale. In regione, l'incidenza dei nuovi casi su 100mila abitanti si attesta tra i 65 e i 67 casi, quindi superiore alla soglia di 50. "Ma non rischiamo la zona gialla”, ha detto l'assessore. Il quale ha detto che per la fascia over 60 l'immunità di gregge è già "sostanziale". L'assesssore ha inoltre confermato che stanno procedendo le pratiche per la sospensione dei 167 sanitari no vax. La vaccinazione in Emilia-Romagna intanto "prosegue spedita" e c'è il 70% delle persone vaccinate con almeno una dose, a cui verrà garantito il richiamo. 

Per quanto riguarda le manifestazioni contro il Green pass degli scorsi giorni, la Digos di Ferrara ha denunciato 5 persone che sarebbero promotrici della protesta andata in scena in piazza Castello sabato 24 luglio. Le forze dell'ordine hanno poi individuato altre 10 persone che saranno sanzionate perché non avevano indossato i dispositivi di protezione. 

Coronavirus Emilia-Romagna, i dati di venerdì 30 luglio 2021 

Oggi in Emilia-Romagna si sono registrati 544 nuovi positivi, in leggero aumento rispetto a ieri, in cui ce n'erano stati 493 e in sostanziale aumento anche rispetto ai 419 di mercoledì 28 luglio. Sono stati eseguiti oltre 24.658 tamponi, con un totale di 6.490 casi attivi (+460 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 6.279 (+444), il 96,7% del totale dei casi attivi. Visto l'alto numero di tamponi, il tasso di positività cala dal 2,3% a 2,2%

Alle ore 15 sono state somministrate complessivamente 4.998.479 dosi; sul totale sono 2.268.205 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale.

La mappa del contagio

I 544 nuovi casi di positività di oggi sono così distribuiti: +45 a Piacenza (di cui 27 sintomatici), +47 a Parma (di cui 24 sintomatici), +72 a Reggio Emilia (di cui 62 sintomatici),+91 a Modena (di cui 85 sintomatici), +88 a Bologna (di cui 78 sintomatici), +8 casi a Imola (di cui 7 sintomatici), +43 a Ferrara (di cui 23 sintomatici), +44 a Ravenna (di cui 42 sintomatici), +17 a Forlì (di cui 11 sintomatici), +22 a Cesena (di cui 18 sintomatici) e +67 a Rimini (di cui 51 sintomatici).

Sui 116 asintomatici, 64 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 2 tramite screening sierologico, 23 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 2 con i test pre-ricovero. Per 25 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 83 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 373.860.  

I ricoveri

La situazione negli ospedali non migliora: i pazienti ricoverati in terapia intensiva salgono di uno e diventano 14. Negli altri reparti Covid invece si sale di 15, per un totale di 197 persone ricoverate. I pazienti in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Parma (invariato rispetto a ieri), 1 a Reggio Emilia (invariato), 3 a Modena (invariato), 5 a Bologna (invariato) e 3 a Rimini (+1). Nessun ricovero a Piacenza, Imola, Ferrara, Ravenna, Forlì e Cesena.

I decessi

Purtroppo, a causa del Covid, è venuta a mancare una donna di 99 anni a Parma

Coronavirus Italia, i dati di venerdì 30 luglio 2021

Nella giornata di venerdì 30 luglio, in Italia sono stati 6.619 i positivi ai test Covid. Giovedì erano stati 6.171. Sono state invece 18 le vittime in un giorno. Con 247.486 tamponi effettuati il tasso di positività registrato è stato del 2,7%, in salita rispetto al 2,3% della giornata di giovedì. Sono 201 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia. Gli ingressi giornalieri sono stati 20. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.812.
Le regioni che hanno registrato più contagi sono: Veneto (+
1.046), Lazio (+845), Sicilia (+724), Toscana (+720), Lombardia (+678), Emilia Romagna (+544).

No Green pass Ferrara, la Digos dununcia 5 manifestanti

La Digos di Ferrara ha denunciato per manifestazione non autorizzata cinque persone, individuate come promotrici della protesta contro il Green Pass che sabato 24 luglio si è tenuta nel centro storico, come in altre città italiane. A partire dalle 17.30 circa si sono radunate in piazza Castello circa 50 persone, aumentate di diverse decine fino a giungere, intorno alle ore 18, alle 200 unità. Il gruppo voleva dirigersi verso piazza Trento Trieste dove di lì a poco sarebbe iniziato l'evento di presentazione del calendario di Serie B per la stagione calcistica 2021-2022. Il corteo, invitato a indietreggiare dal proposito, ha raggiunto i circa mille partecipanti e dopo aver percorso un breve tratto nel centro cittadino (circa 200 metri), è ritornato in piazza Castello. Sono state individuate altre 10 persone che, inottemperanti alle disposizioni di prevenzione del contagio, verranno sanzionate amministrativamente come previsto dall'attuale normativa anti-Covid.