Bologna, 29 luglio 2021 - Nessuna speranza di regressione, nonostante i numeri in calo del bollettino di ierila quarta ondata del covid sta sferzando anche la nostra regione, sospinta dalla variante Delta. L'incidenza dei nuovi casi su 100mila abitanti si attesta tra i 65 e i 67 casi, quindi superiore alla soglia di 50, ma - l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini - "la regione non rischia la zona gialla". L'immunità di gregge è già "sostanziale" realtà per gli over 60 e procedono le pratiche per la sospensione dei 167 sanitari no vax.

Il focus Covid, a Ravenna i positivi al 92% hanno la variante Delta

Il bollettino di oggi

Oggi  - anticipa l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini - in Emilia Romagna si registrano 493 nuovi contagi su oltre 24mila tamponi, con un totale di casi attivi di 6.035. Nessun morto, 78 guariti, 183 ricoverati nei reparti Covid (+14), 13 in terapia intensiva (numero invariato). Anche perché - come rileva il direttore dell'Ausl Romagna, Tiziano Carradori - "il 66% dei ricoverati per Covid sono persone non vaccinate. Abbiamo una percentuale contenuta di ricoveri, del 2,4%, ovvero 33-34 ricoveri di cui due in terapia intensiva".

"Giornalisticamente si parla di quarta ondata, assistiamo anche qui - ha detto - a un aumento significativo dei contagi che ci aspettiamo possa consolidarsi e comunque non diminuire nei prossimi giorni. A un aumento non banale dei casi, non sta ad ora maturando un aumento significativo delle ospedalizzazioni nei reparti Covid. Siamo molto al di sotto del livello di guardia". La variante Delta è stimata all'88,5%, "largamente maggioritaria".

Sanitari no vax

"Sono attualmente 167 i sanitari per cui sono stati avviati gli atti di sospensione, perché non vaccinati e questo "non inciderà sulla funzionalità della macchina sanitaria", spiega Donini che fa i conti: "La percentuale dei vaccinati si attesta al 97%". 

Immunità di gregge

Ci sono però anche buone notizie, in particolare per gli over 60 emiliano romagnoli. Questa fascia d'età, infartti, "ha raggiunto una sostanziale immunità di gregge", con una protezione superiore al 90% con la prima dose di vaccino e più dell'80% come ciclo completo. "Restano 130mila persone sopra i 60 anni ancora da vaccinare e faremo il possibile per raggiungerli tutti", ha spiegato.

 

Camper per vaccinare il più alto numero di persone

La vaccinazione in Emilia-Romagna "prosegue spedita". In questi giorni le varie Ausl hanno messo in campo varie iniziative per intercettare gli indecisi. Come il camper nei luoghi di vacanza in Riviera romagnola, aperto anche ai turisti (ma solo per la prima dose). 

La vaccinazione, ha aggiunto Donini, "ha raggiunto oggi un risultato importante: il 70% delle persone vaccinate con almeno una dose, alla quale verrà garantito il richiamo. Siamo attorno al 56% con due dosi e questo ci fa ben sperare, anche in ragione delle prenotazioni, che stanno aumentando.  Potremo arrivare a coprire con una dose l’80% della popolazione entro l’estate, arrivando così all’immunità di gregge’. E dal 26 agosto in piazza Nettuno, a Bologna, arriverà il camper per somministarre le dosi e raggiungere il più alto numero di persone per settembre.

Covid: le ultime notizie

Covid, nuova mappa Ecdc: due regioni italiane tornano in rosso

Coronavirus oggi: bollettino dei contagi Covid in Italia. I dati dalle regioni

Terza dose vaccino Covid: gli studi e cosa dicono gli esperti

Covid: record di contagi a Tokyo, Sydney e Bangkok. Israele: vaccino ai bambini di 5 anni

Green Pass e Sputnik, la regione Emilia Romagna chiede chiarezza