Ristoranti d'Italia 2024, Massimo Bottura migliore chef nella guida del Gambero Rosso

Tra i 21 premi speciali altri due emiliano-romagnoli, uno per la miglior carta dei vini e l’altro per la miglior proposta al bicchiere in un wine bar. Ecco quali sono

Bottura conquista il podio nella guida del Gambero Rosso

Bottura conquista il podio nella guida del Gambero Rosso

Bologna, 16 ottobre 2023 – A dividersi il primo gradino del podio sono due superstar della cucina italiana, Massimo Bottura dell’Osteria Francescana di Modena e Niko Romito con il Reale di Castel di Sangro (Aq), entrambi in vetta con un punteggio di 96 su 100 (scorporati in cucina, servizio e cantina). Ma è assai lunga e variegata la lista delle ‘Tre Forchette’, le eccellenze della ristorazione del Belpaese, menzionate nella 34esima edizione della guida ‘Ristoranti d’Italia 2024’, a cura del magazine Gambero Rosso.

Tra i 21 premi speciali altri due emiliano-romagnoli

All’Osteria del viandante di Rubiera (Reggio Emilia), da un anno stella Michelin, va il riconoscimento per la miglior carta dei vini; alla Baita di Faenza (Ravenna) quello per la miglior proposta al bicchiere in un wine bar.

Approfondisci:

Le migliori pizzerie in Emilia Romagna 2023: per il Gambero Rosso quattro indirizzi top

Le migliori pizzerie in Emilia Romagna 2023: per il Gambero Rosso quattro indirizzi top

Tra i due ristoranti migliori d’Italia, l’Osteria Francescana

Con un menu interamente dedicato a Bob Dylan, Massimo Bottura, geniale re-inventore della tradizione emiliana e imprenditore prolifico (ultimo progetto, in ordine cronologico, è il nuovo ristorante Al Gatto Verde di Maranello), chef Bottura ha messo a segno un altro colpo vincente, mettendo in atto qualcosa di più di un semplice ‘remake’ dei piatti storici degli ultimi vent’anni. il menu è, piuttosto, un insieme di piatti smontati e rimontati secondo il vissuto e le sensazioni delle 150 persone che hanno composto, negli anni, il team della Francescana. Il risultato finale, secondo i severi giudici del ‘Gambero’, è "sfavillante e commovente insieme”. Prezzo a persona: 325 euro (più 210 per chi desidera abbinare a ogni piatto il vino giusto).

Approfondisci:

Migliori bar d'Italia 2024, 6 sono in Emilia Romagna. La guida del Gambero Rosso

Migliori bar d'Italia 2024, 6 sono in Emilia Romagna. La guida del Gambero Rosso

La classifica nel dettaglio

Sono 2.485, quest’anno, le insegne recensite, con 324 novità e 21 premi speciali. Migliori chef della ristorazione made in Italy sono, appunto, Massimo Bottura e Niko Romito, tallonati da Heinz Beck e Enrico Crippa, mentre perde una forchetta, uscendo così dall’empireo dei ‘top’, Gianfranco Vissani. Le ‘Tre Forchette’, il massimo riconoscimento conferito dalla celebre guida, sono 47 (tre in più del 2023), di cui sette novità assolute. Quasi tutte localizzate al Nord, come ‘Guido’ di Serralunga d’Alba (Cn), ‘L’Antica Corona Reale’ di Cervere (Cn), ‘Del Cambio’ di Torino (le tre nomination fanno salire il palmares piemontese a livelli stellari), ‘Atelier Moessmer Norbert Niederkofler’ di Brunico (Bz), ‘Harry’s Piccolo’ di Trieste. Solo due le eccezioni meridionali: ‘Kresios’ di Telese Terme in Campania e ‘Pashà’ di Conversano in Puglia. Guardando all’intera classifica, la regione più ricca di insegne d’eccellenza è la Lombardia, seguita però a stretto giro da Piemonte e Puglia.

Approfondisci:

Ristoranti d’Italia 2024: i migliori delle Marche nella guida del Gambero Rosso

Ristoranti d’Italia 2024: i migliori delle Marche nella guida del Gambero Rosso

‘Tre Gamberi’ alle migliori trattorie

Nella 34esima guida ‘Ristoranti d'Italia 2024’ del Gambero Rosso anche i ‘Tre Gamberi’, il riconoscimento che premia le migliori trattorie, simbolo ancora vivo della tradizione e dell’ospitalità italiana. Tre le novità rispetto all'edizione precedente si aggiungono tre locali da Nord a Sud, portando il totale a 36 esercizi: Trattoria Visconti dal 1932 di Ambivere (Bergamo); Agra Mater di Colmurano (Macerata) e Buatta Cucina Popolare di Palermo.