Sciopero 11 ottobre: coinvolge anche il trasporto su gomma
Sciopero 11 ottobre: coinvolge anche il trasporto su gomma

Bologna, 11 ottobre 2021 - S'incrociano le braccia lungo tutta la Penisola: e in particolare, nelle città dell'Emilia-Romagna si rischiano pesanti disagi alla circolazione per chi utilizza i mezzi pubblici. Il motivo è lo  sciopero generale nazionale di 24 ore (valido fino alle 21 di oggi) di tutti i settori pubblici e privati proclamato da  Adl Cobas, Conf. Cobas, Cobas scuola Sardegna, Cub, Sgb, Si Cobas, Slai Cobas, Usb, Usi Cit, Cib Unicobas, Clap e Fuori Mercato, Usi, Flmu, Al Cobas, Sol Cobas, Soa. Per il settore della scuola hanno aderito Unicobas scuola e Cub Sur. In tutte le maggiori città italiane si terranno cortei, sit-in, flashmob. 

Sciopero 11 ottobre: il motivo

La protesta è rivolta "contro le politiche del governo Draghi e dell'Unione Europea che scaricano la crisi sulle spalle dei lavoratori e delle lavoratrici ad esclusivo vantaggio della classe padronale e del potere finanziario". Le singole organizzazioni sindacali hanno dettagliato in modo diverso le ragioni dello sciopero. Tra queste: l'opposizione a tutti i licenziamenti, l'introduzione del Green pass, la lotta alle discriminazioni ed alla precarietà e la richiesta di garanzia del reddito e di sicurezza sul lavoro.

Scuola e trasporti: gli orari. I treni e gli aerei garantiti

Sciopero 11 ottobre: ecco chi riguarda

Come già detto, lo sciopero riguarderà tutti i settori pubblici e privati, in particolare sono attese ripercussioni sul trasporto su gomma (quindi autobus e corriere), su quello ferroviario,nei servizi energetici (Hera) e a scuola, anche per quanto riguarda i servizi integrativi. 

Il focus Sciopero aeroporto di Bologna, dalle 12 alle 16 contro le "aggressioni ai dipendenti"

Sciopero 11 ottobre: i treni

Ferrovie dello Stato fa sapere che circoleranno regolarmente le Frecce e gli Intercity di Trenitalia in occasione dello sciopero del personale del Gruppo FS Italiane proclamato da alcune sigle sindacali autonome, in adesione a uno sciopero generale, dalle 21 di domenica 10 ottobre alle 21 di lunedì 11 ottobre.

Lo sciopero interessa anche il personale di Trenitalia e dei treni locali Tper. "Le società di trasporto si impegnano ad assicurare la quasi totalità dei collegamenti - afferma Ferrovie dello Stato -, con possibili leggere modifiche al programma dei treni. Garantiti tutti i convogli elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero. Le informazioni su collegamenti e servizi sono disponibili anche attraverso l’app Trenitalia, la sezione Infomobilità del sito web trenitalia.com, i canali social e web del Gruppo FS Italiane, il numero verde gratuito 800 89 20 21, il sito trenitaliatper.it  (https://trenitaliatper.force.com/s/servizi-minimi-garantiti-sciopero), oltre che nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, le self service e le agenzie di viaggio convenzionate.

Sciopero bus e trasporti a Bologna

Per quanto riguarda l'area metropolitana di Bologna, lo sciopero degli autobus  si svolgerà dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle ore 19.30 a fine servizio. Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti. Più precisamente, per i mezzi urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna saranno garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle ore 8.15 al mattino e fino alle ore 19.15 alla sera.

Lo sciopero colpisce anche le 'biglietterie': gli sportelli Tper di via San Donato 25, attivi per il rilascio di contrassegni per le aree regolamentate dal Piano Sosta, potranno essere chiusi o subire una riduzione dei servizi nel corso dell’intera giornata. Durante lo sciopero, al call-center telefonico 051-290290 sarà garantita la presenza di un operatore. Lo sciopero riguarda anche il personale addetto all’area Sosta e Mobilità di Tper - per il quale saranno garantite le prestazioni, riferite alle attività di prevenzione e accertamento delle violazioni di cui alla Legge 127/97, relative a tre turni mattinali e tre turni pomeridiani di Operatori Qualificati della Mobilità.

Per il personale dedicato al servizio “Marconi Express” l’astensione è prevista dalle ore 8.30 alle ore 16.30 e dalle ore 19.30 a fine servizio.

Per le linee urbane di Imola verranno garantite tutte le corse complete in partenza dalla stazione ferroviaria, o dall'autostazione, fino alle ore 8.20 al mattino e fino alle ore 19.20 alla sera.

Per i mezzi urbani, extraurbani e del servizio Taxibus di Ferrara saranno garantite solamente le corse dai capilinea periferici, centrali e intermedi con orario di partenza fino alle ore 8.15 al mattino e fino alle ore 19.15 alla sera.

L'Azienda fa sapere che adotterà ogni misura tecnico-organizzativa utile ad agevolare, al termine dello sciopero, un più celere ed integrale ripristino del servizio.

Sciopero bus e trasporti in Romagna

Per quanto riguarda il bacino di Start Romagna, che comprende le città di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena, sono garantite determinate fasce orarie di servizio:

Nel bacino di Rimini: dalle 6 alle 9 e dalle 13 alle 16. In quello di Ravenna: dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 12  alle 15. Infine, nell'area di Forlì-Cesena: dalle 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 13.00 alle ore 16.00. che in questo caso, l'azienda si scusa per "eventuali disagi".

Sciopero bus e trasporti a Modena

L'adesione allo sciopero da parte dei lavoratori SETA  (responsabile del trasporto locale a Modena e Reggio) potrebbe dar luogo a disagi per quanto riguarda la regolarità del servizio di trasporto pubblico nel bacino provinciale modenese. Restano comunque fasce orarie in cui le corse sono garantite: 

Il servizio urbano  è garantito dalle 6:30 alle 8:30 e dalle 12 fino alle 16. Mentre quello extraurbano dalle 6 alle 8:30 e dalle 12:30 alle 16.

Sciopero bus e trasporti a Reggio Emilia

Situazione speculare a Reggio, dove l'adesione allo sciopero da parte dei lavoratori SETA  potrebbe dar luogo a disagi per quanto riguarda la regolarità del servizio di trasporto pubblico. Per quanto riguarda il servizio urbano ed extraurbano, possibili astensioni si potrebbero verificare dalle 9 alle 13 e dalle 15,30 fino al termine del servizio.
 

Sciopero bus e trasporti a Parma

Tep, trasporti pubblici Parma, fa sapere che a causa dello sciopero le autolinee in esercizio all’Azienda potrebbero avere soppressione di corse, nell’arco dell’intera giornata, con esclusione delle fasce di servizio garantite.

Vale a dire: al mattino: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle 5.30 alle 8.30; a mezzogiorno: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle 12.10 alle 14.40;

Le corse per le quali è prevista la partenza devono essere completate fino ai capolinea; sono peraltro effettuate le sole corse in partenza dai capolinea entro gli orari di termine delle fasce qualora le corse stesse, secondo gli orari pubblicati, completino il loro percorso entro le ore 9.15 e 15.25 rispettivamente per la fascia mattutina e per quella meridiana; l’ultima delle corse garantite nella fascia è comunque limitata al capolinea urbano opposto.

  • SERVIZIO EXTRAURBANO – PRONTOBUS EXTRAURBANO

Al mattino: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 5.30 alle ore 8.45; a mezzogiorno: tutte le corse in partenza dai capolinea dalle ore 12.10 alle ore 14.55

  • SERVIZI AUSILIARI

Presidi di movimento: apertura completa e continuativa.

Portinerie e centralini: apertura completa e continuativa.

Addetti di movimento e agenti verificatori: impiego del personale negli orari di funzionamento dei servizi.

Uffici: apertura per sole prestazioni impellenti non rinviabili, previa comunicazione alla OO.SS. Biglietterie ed Ufficio Abbonamenti resteranno aperti.