Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 giu 2022

Allagamenti a Marotta, Barbieri si gioca tutto: "In campo 2,7 milioni di euro per gli interventi"

Il primo step partirà a luglio e si concluderà entro la fine del 2023. Si realizzerà un nuovo canale di raccolta delle acque

8 giu 2022
L’incontro tenutosi lunedì sera in cui l’amministrazione ha illustrato i lavori anti allagamento che saranno eseguiti a Marotta nord
L’incontro tenutosi lunedì sera in cui l’amministrazione ha illustrato i lavori anti allagamento che saranno eseguiti a Marotta nord
L’incontro tenutosi lunedì sera in cui l’amministrazione ha illustrato i lavori anti allagamento che saranno eseguiti a Marotta nord
L’incontro tenutosi lunedì sera in cui l’amministrazione ha illustrato i lavori anti allagamento che saranno eseguiti a Marotta nord
L’incontro tenutosi lunedì sera in cui l’amministrazione ha illustrato i lavori anti allagamento che saranno eseguiti a Marotta nord
L’incontro tenutosi lunedì sera in cui l’amministrazione ha illustrato i lavori anti allagamento che saranno eseguiti a Marotta nord

Due milioni e 770mila euro di lavori per ridurre drasticamente il rischio di allagamenti a Marotta nord. Li ha messi in cantiere l’amministrazione Barbieri e il primo step partirà già da luglio. La natura degli interventi in programma è stata presentata lunedì sera in un’assemblea pubblica alla sala parrocchiale di San Giovanni, seguita da oltre 80 persone. Al tavolo dei relatori, accanto al sindaco, l’assessore Filomena Tiritiello e i tecnici comunali e di Aset, che hanno illustrato i vari stralci funzionali, finanziati per 1,3 milioni di euro attraverso un bando del Ministro dell’interno e per 1milione e 470mila con risorse comunali.

Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo canale di raccolta delle acque meteoriche in via Corfù che interesserà anche le vie perpendicolari alla stessa (Ferrari, Martini, Betti e Rovani). Oltre a questo tratto fognario, saranno realizzati un canale chiuso che passerà sotto la Statale 16 e la linea ferroviaria, e un nuovo segmento in via Chienti fino al mare. "L’obiettivo – hanno detto Barbieri e Tiritiello - è ridurre notevolmente i fenomeni di allagamento di questa zona e migliorare anche la qualità delle acque del mare, con la separazione delle bianche dalle nere. In questo modo, infatti, le pluviali saranno scaricate direttamente a mare mentre le fognarie verranno convogliate nel depuratore. La nuova linea delle acque bianche avrà una portata di gran lunga superiore a quella esistente, sottodimensionata".

Nel dettaglio, il primo stralcio da 1,3 milioni riguarderà via Martini, via Corfù e via Chienti; il secondo, di 715mila, l’attraversamento alla Statale e alla ferrovia; e il terzo, di 680mila, via Ferrari e via Betti. I lavori inizieranno a luglio con lo spostamento dei sottoservizi in via Corfù, mentre la realizzazione del nuovo canale verrà avviata a settembre, partendo dalla zona mare e proseguendo nelle vie a monte della ferrovia.

Secondo la tabella di marcia il primo e il secondo stralcio dovrebbero concludersi per fine 2023, mentre l’ulteriore step di via Ferrari e via Betti per i primi mesi del 2024. Nel corso dell’assemblea Barbieri ha anche evidenziato la partecipazione ad un bando per progettare un intervento di messa in sicurezza in via Dalmazia.

Sandro Franceschetti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?