Porto San Giorgio, 8 ottobre 2018 - Stavano per mettere a segno un colpo all’interno di un appartamento di via Mazzini, ma l’occhio vigile di una vicina ha permesso ai carabinieri di intervenire tempestivamente ed arrestare le due ladre e denunciare una terza minorenne.

E’ accaduto questa mattina quando due donne hanno tentato di introdursi nell’abitazione di una anziana del posto. Sembrava dovesse filare tutto liscio per le tre malviventi, ma i militari della stazione di Porto San Giorgio sono intervenuti subito dopo che le ladre avevano effettuato il tentativo di effrazione della porta di accesso di un appartamento al quarto piano. I carabinieri sono stati contattati da una cittadina residente nei paraggi, che, sentiti rumori sospetti, ha subito allertato la centrale operativa del 112.

Le tre, non avendo vie di fuga, si sono travate faccia a faccia con i carabinieri, che le hanno immediatamente immobilizzate, constatando l’avvenuta effrazione ed il tentativo di furto all’interno dell’appartamento di proprietà di una anziana donna, assente in quel momento per la spesa quotidiana.

Negli uffici della caserma le donne sono state fotosegnalate ed identificate in nomadi provenienti da un campo nomadi di Roma: due maggiorenni di 30 e 25 anni ed una di 16. Le maggiorenni, tratte in arresto per furto aggravato in concorso e porto abusivo di arnesi da scasso, sono state scarcerate poiché in stato interessante all’ottavo mese di gravidanza. La minore è stata invece denunciata in stato di libertà alla Procura dei minori di Ancona per gli stessi reati.