Il lungomare di Porto San Giorgio come si presentava lo scorso sabato notte (Zeppilli)
Il lungomare di Porto San Giorgio come si presentava lo scorso sabato notte (Zeppilli)

Fermo, 30 maggio 2020 - Contrariamente agli altri comuni che devono fare i conti con la movida, Fermo ha deciso di applicare la chiusura anticipata dei locali pubblici all’una del mattino solo in alcune zone della città, ritenute più a rischio assembramenti: piazza del Popolo, piazzale Azzolino, il lungomare e Lido Tre Archi.

Leggi anche Speranza: "Confermato il via libera dal 3 giugno" - Lo studio: "Test sierologici più veloci, precisi ed economici" - Bonus bici, ma non per tutti. Spunta l'ipotesi click day - Coronavirus più debole, Bassetti: "I catastrofisti negano i fatti" 

"Io sono d’accordo – commenta Jonathan Cipelletti, titolare della locanda San Rocco di piazza del Popolo – abbiamo vissuto momenti terribili e non bisogna dimenticarlo. Tutti dobbiamo fare la nostra parte per evitare una nuova diffusione del virus. Poi siamo stati noi a chiedere l’intervento della Polizia municipale per evitare assembramenti. I vigili ci hanno dato una mano e ora, con questa ordinanza, il problema dovrebbe essere risolto".

Poi Cipelletti parla dell’ordinanza limitata solo al centro storico: "Lungi da me dal fare polemica perché, ripeto, siamo stati noi per primi a chiedere aiuto alle istituzioni, però il centro storico non è solo piazza del Popolo e pizzale Azzolino, ad esempio c’è il Duomo. Nessuno può sapere se dopo l’una la gente si sposterà in un altro luogo per creare assembramenti. In quel caso, però, la palla passerà alle forze dell’ordine". La pensa allo stesso modo Francesco Pistolesi di Stir, altro locale di piazza del Popolo: "Per me va benissimo non ci sono problemi. Magari se dovesse continuare questa ordinanza il venerdì e il sabato allungherei i tempi di un’oretta e arriverei fino alle due. Gli altri giorni, compresa la domenica, lascerei gli stessi orari. Per ora, però, va bene così. Dobbiamo essere responsabili, sia noi operatori sia i clienti. Riguardo al fatto della chiusura solo in centro e sul lungomare, non è il momento di fare polemiche".

"Ringrazio gli operatori del settore per lo spirito costruttivo che hanno mostrato - commenta il sindaco Calcinaro -. Si tratta di provvedimenti rivedibili di settimana in settimana, con l’auspicio che la morsa possa essere allentata con la collaborazione di tutti, operatori e utenti. Covid o non Covid, c’è bisogno di una nuova mentalità e magari di cercare di anticipare l’uscita e il rientro a casa".