"Opposizione e dialogo"

Moira Canigola sfiora il terzo mandato per 29 voti. Promette un'opposizione attenta e dialogo costruttivo. Claudio Moretti analizza la sconfitta di Patto Civico.

"Opposizione e dialogo"

"Opposizione e dialogo"

Ha sfiorato, per 29 voti di differenza, il terzo mandato consecutivo Moira Canigola: "Abbiamo fatto una campagna elettorale bella, partecipata, con messaggi positivi della bella politica, leale e rispettosa. Tanti i ragazzi che si sono avvicinati, a loro abbiamo dato lo spazio per la conclusione della stessa perché siamo coscienti che a loro dobbiamo dare tutta l’attenzione e lo spazio che meritano e che sanno gestire. L’astensionismo? Purtroppo non è fenomeno solo locale ma anche nazionale una grande sconfitta della politica che da sempre immagini pessime di se stessa. Faremo un’opposizione attenta, senza pregiudizi di base, seria, concreta e fatta nella sala consiliare dove ci si guarda negli occhi; non come è avvenuto negli ultimi cinque anni dove in sala consiliare dicevano poco o niente ma usavano i "social" per raccontare la "loro verità" infarcita di falsità e menzogne. Riporteremo il sentire di altri 1.436 cittadini cioè di quell’altra metà della cittadinanza, una fetta altrettanto importante della cittadinanza. Dialogo con l’altra opposizione? Presto per dirlo, non ci sono stati contati al momento. Stando ai vocali che sono girati e alla campagna elettorale che hanno fatto, ero io il soggetto da abbattere per entrambe le liste, per cui non so quale tipo di opposizione hanno in mente e se pensano di fare opposizione".

Claudio Moretti di Patto Civico analizza i motivi della mancata vittoria: "Avevamo tutto per vincere, c’è mancata forse un po’ di efficacia ed esperienza nel fare campagna elettorale. Abbiamo ’lasciato’ praticamente due seggi su sei, due zone che abbiamo un pò trascurato come presenza fisica: zone importanti in cui si sono mancati quei 200 voti che avrebbero fatto la differenza. Non avendo sostegno di organizzazioni alle spalle, i numeri ottenuti sono importanti ma forse eravamo poco esperti. Ognuno dei gruppi presenti farà la sua opposizione. Poi dipenderà dal tipo di amministrazione: se saranno propositivi e a favore di Monte Urano, troveranno un dialogo aperto. Laddove vedremo cose che non ci convincono, ci faremo sentire".

rob. cru.