I sacrifici, la passione, la serietà, gli occhi fissi su un obiettivo. Lo aveva detto qualche mese fa Carlo Macchini, partiva per arruolarsi e entrare a far parte del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro della polizia di Stato per dare il meglio del suo talento nella ginnastica e ha mantenuto la promessa. Da un paio di giorni si è si è laureato campione italiano assoluto alla sbarra, con un punteggio di 14.500. Un titolo inseguito da sei anni che ora è una bellissima e meritatissima realtà. Un...

I sacrifici, la passione, la serietà, gli occhi fissi su un obiettivo. Lo aveva detto qualche mese fa Carlo Macchini, partiva per arruolarsi e entrare a far parte del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro della polizia di Stato per dare il meglio del suo talento nella ginnastica e ha mantenuto la promessa. Da un paio di giorni si è si è laureato campione italiano assoluto alla sbarra, con un punteggio di 14.500. Un titolo inseguito da sei anni che ora è una bellissima e meritatissima realtà. Un risultato conquistato al PalaVesuvio di Napoli, alle finali di specialità di ginnastica artistica maschile.

Emozionato e felice Carlo, classe 1996, che non ha mai perso la concentrazione: "Una vittoria vale molto di più di una semplice medaglia e tutte le sconfitte, i dolori, i pianti, i sacrifici la rendono ancora più magica. Il mio pensiero va a mia madre a tutti quelli che hanno creduto in me". Per Carlo si tratta di un nuovo traguardo conseguito dopo aver conquistato la medaglia d’oro agli EYOF 2013 e dopo essere diventato vicecampione Italiano nel 2016 nella stessa disciplina.

Alle sue spalle ci sono anche due Campionati Mondiali e due Europei, inoltre un Gioco Europeo e svariate Coppe del Mondo. Un giovane talento che, già a nove anni, ha vinto per la prima volta il campionato regionale e, nel 2010, ha partecipato alla sua prima gara internazionale. Già da diversi anni, al suo fianco nel periodo di preparazione, sempre presenti i navigati istruttori fermani Marco Fortuna e Luigi Peroli, anime della società Fermo 85, dove tutto è cominciato. Un orgoglio per la città ed il territorio, a Carlo sono arrivate anche le parole di congratulazioni dell’Amministrazione comunale: "Un risultato che conferma le qualità sportive e umane di Carlo. Per noi è un ulteriore stimolo a portare avanti sempre importanti investimenti per il Centro ginnastica di Fermo, così come stiamo già facendo". Per l’assessore allo sport Alberto Scarfini il campione Macchini è un esempio per tutti, per il suo impegno e per il lavoro quotidiano e costante che porta avanti. Un orgoglio doppio per una città come la nostra che è sede dell’Accademia della Federazione Ginnastica d’Italia".

Carlo ha voluto lanciare anche un messaggio di coraggio, in un tempo difficile: "Questo è un periodo complicato, ma sono sicuro che in un modo o nell’altro ci renderà migliori ma dobbiamo continuare a lottare, dobbiamo tenere accesa la luce della speranza e anche se non si vedono i sorrisi, proviamo a sorridere con gli occhi".

Angelica Malvatani