Saant'Elpidio a mare, 21 ottobre 2021 - Aumento sostanziale dei nuovi contagi da Coronavirus a Sant’Elpidio a Mare. Osservando il report comunale della Regione, la città fermana è passata dai 14 contagiati di martedì ai 27 fatti registrare ieri, con il doppio delle persone in quarantena rispetto al giorno prima (117 ieri a fronte delle 52 di martedì). L’epidemia sembra tornare a colpire il territorio elpidiense e a farne le spese è purtroppo la Bocciofila Elpidiense, frequentata in particolar modo da anziani che, come abbiamo ormai imparato in quasi due anni...

Saant'Elpidio a mare, 21 ottobre 2021 - Aumento sostanziale dei nuovi contagi da Coronavirus a Sant’Elpidio a Mare. Osservando il report comunale della Regione, la città fermana è passata dai 14 contagiati di martedì ai 27 fatti registrare ieri, con il doppio delle persone in quarantena rispetto al giorno prima (117 ieri a fronte delle 52 di martedì). L’epidemia sembra tornare a colpire il territorio elpidiense e a farne le spese è purtroppo la Bocciofila Elpidiense, frequentata in particolar modo da anziani che, come abbiamo ormai imparato in quasi due anni di pandemia, assieme ai fragili sono quelli che hanno più da temere dal Covid e dalle sue complicazioni. La struttura è chiusa da venerdì su iniziativa presa dal presidente Alberto Spreca e sono stati sospesi i tornei di boccette, dopo che sono stati registrati un paio di contagi tra i frequentatori del bocciodromo. Le persone avevano accusato sintomi influenzali risultando poi positivi al tampone.

Aggiornamento Focolaio alla bocciofila: i positivi salgono a quindici

Saputa la notizia, i compagni di carte degli anziani si sono subito messi in quarantena. "Venuti a conoscenza della positività abbiamo subito avvertito il Comandante delle polizia locale e il sindaco Terrenzi e abbiamo concordato nel chiudere la Bocciofila – spiega Spreca –. È stata una nostra iniziativa visto che l’Asur non ha contattano nessuno dei presenti e sinceramente non sapevamo come comportarci. Ora in quarantena ci sono una quindicina di persone che hanno frequentato la nostra struttura e seppure nessuno sembra accusare sintomi gravi, ho avuto notizia che un anziano positivo si trova ricoverato al Murri". Non è bastata dunque l’accortezza del controllo giornaliero del Green pass e della misurazione della temperatura per evitare un piccolo cluster. "Sono per lo più persone di età compresa tra i 55 e i 75 anni, tutti vaccinati. Le persone più anziane, dalla riapertura post pandemia, sono più restie a frequentare la bocciofila e l’affluenza di over 70 è diminuita – continua Spreca -. Non avendo avuto linee guida, avevamo pensato di riaprire oggi ma rimanderemo a dopo la sanificazione che faremo domani".

Giornata di tamponi anche al Centro Diurno "Il Girasole" ieri (nella foto), dopo che un operatore è stato trovato positivo: una routine ormai che si ripete ogni qual volta in una struttura esce fuori un caso di Covid. Allerta anche sul fronte scolastico. Il Dipartimento di Prevenzione dell’AV4 di Fermo ha emesso l’obbligo di quarantena per le classi 3B e 3D della scuola secondaria del Capoluogo a seguito del contagio accertato di due ragazzi. Stessa sorte per la classe 4U del plesso della scuola primaria di Piane Tenna. Per tutti gli studenti è stata attivata la didattica a distanza in attesa del rientro in classe e il personale scolastico è al lavoro per sanificare le aule.