Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Servigliano compie 250 anni di storia Un logo per festeggiare

Iniziano i festeggiamenti per il 250esimo anniversario della fondazione di Servigliano, l’Amministrazione e le associazioni proporranno nell’arco dell’anno una serie di iniziative di promozione del paese. La prima tappa si è tenuta ieri con la consegna del logo realizzato da tre giovanissimi che hanno partecipato al concorso promosso dal Comune. Il sindaco Marco Rotoni si è complimentato con i tre ragazzi: Giovanni Genovese, Andrea Pelliccioni e Matteo Brasili, che hanno consegnato nelle meni del primo cittadini il logo ufficiale che sarà deposto in Municipio. "Quando abbiamo saputo del contest per lo studio di un logo abbiamo fondato una start up – commentano i ragazzi –. Siamo partiti da simboli storici come la Quintana, la piazza di Servigliano, ma anche aspetti che guardano al futuro come il territorio e abbiamo realizzato un leone che rappresenta San Marco con questi simboli. Abbiamo pensato di realizzare prodotti di merchandising come T-shirt di vari colori e altri oggetti tutti ecosostenibili. Il ricavato, tolte le spese di materie prime e lavorazione, sarà devoluto in beneficienza alle associazioni Admo e Lilt". Questo però è il primo tassello, di quella che sarà un anno denso di iniziative. "L’idea di base – spiega Luigina Rossi, presidente della Pro loco – è quella di coinvolgere tutte le associazioni del paese per far conoscere la storia, la qualità della vita che si respira nei piccoli borghi e promuovere il territorio in tutti i suoi aspetti". È stato allestito un calendario di 4 appuntamenti dedicati alla criminologia che si terranno tutti a Villa Funari a partire dalle 20,30 con cena degustazione e incontro formativo. Organizzatore dell’evento il criminologo Luca Mercuri, che ha redatto un calendario molto fitto: ieri sulla comunicazione non verbale’; il 19 maggio bullismo e cyber bullismo; il 26 maggio neuro-criminologia e per finire il primo giugno cena con delitto. Per info contattare tramite wapp il 347-4060569.

Alessio Carassai

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?