Carlotta Maggiorana è Miss Italia 2018
Carlotta Maggiorana è Miss Italia 2018

Montegiorgio (Fermo), 23 agosto 2019 - L'anno magico, quello che ha impresso per sempre il suo nome nell’albo d’oro del più importante concorso di bellezza, Miss Italia, sta purtroppo per terminare. Si concluderà per la precisione venerdì 6 settembre con la finale di Jesolo (tornando in diretta su Rai1), ma stasera a Loreto Carlotta Maggiorana, il vanto di Montegiorgio e di tutto il Fermano, dovrà intanto abdicare la coroncina minore di Miss Marche.

Leggi anche Carlotta agli studenti di Montegiorgio: "Datevi degli obiettivi"

Dopo il 1981 e l’ultima Miss Italia Patrizia Nanetti, questo titolo era diventato di fatto la massima aspirazione per le ragazze marchigiane, poi un anno fa l’allora 27enne Maggiorana, con i suoi 174 centimetri di gamba lunga e gluteo scolpito, viso da cerbiatta e occhi dal taglio arabeggiante, ha riscritto la storia. Stabilendo pure due primati: Miss Italia più ‘anziana’ e la prima sposata. Tra un treno e l’altro viaggiando lungo lo Stivale, siamo riusciti a intervistarla per ripercorrere questi 12 mesi indimenticabili mesi da Miss Italia.

CARLOTTA STORY_33730577_084849

Carlotta, che è anno è stato e che effetto fa dover lasciare lo scettro?

«Un anno bellissimo. Lascerò la corona, ma il titolo mi rimane e comunque ogni fine rappresenta un inizio no?».

Come si è sviluppato questo anno da Miss Italia?

«È stato fitto di impegni di vario tipo, stancante perché sempre in giro e poi hai la responsabilità di rappresentare l’Italia nel mondo. Mi è piaciuto poi ritrovare Gerry Scotti negli spot delle patatine Pata».

Quali momenti sono stati i più faticosi?

«Non ce n’è stato uno in particolare, comunque non è facile spostarsi da nord a sud ogni giorno o essere sempre pronta per uno shooting o una intervista».

La vita familiare e personale ne ha risentito?

«Se abbiamo superato questo periodo, saremo legati per l’eternità... La famiglia è la cosa più importante e me la tengo stretta».

Quanto cambia economicamente la vita con questo titolo?

«Non così tanto, però Miss Italia ti dà vari contratti e quindi possibilità».

Dedicò la vittoria ai terremotati del nostro territorio, ad un anno di distanza però non è cambiato quasi nulla.

«Purtroppo lo so bene, ma io che posso fare? Su questo fronte mi sento impotente. Spero che le istituzioni si diano davvero una mossa».

Nei concorsi sfilano ragazze sempre più bambine, lei può aver cambiato la tendenza circa l’età media delle concorrenti?

«Il concorso è per ragazze dai 18 ai 30 anni, pertanto spero che le over 25 partecipino sempre di più».

Lei ha presenziato a numerose selezioni provinciali, com’è quest’anno il livello delle miss fermane (già ammesse alle pre-finali nazionali Aurora Pasquali e Gaia Foglini) e marchigiane?

«Ce ne sono di molto carine e hanno anche un buon portamento. Una in particolare ha colpito sia me che mia madre, ma il nome adesso non posso farlo».

Infine, cosa c’è nel futuro di Carlotta Maggiorana?

«Entro settembre farò dei colloqui, bolle qualcosa in pentola per tv e cinema. Vediamo...».

Alberto Tomba, Cecilia Buzzanca e Carlotta Maggiorana (FotoEngel)