Coppia uccisa a Pontelangorino, il figlio e l'amico restano in carcere
Coppia uccisa a Pontelangorino, il figlio e l'amico restano in carcere

Ferrara, 13 gennaio 2017 - Il giudice del Tribunale dei Minori di Bologna Luigi Martello ha convalidato entrambi i fermi confermando la custodia cautelare in carcere per il 16enne e il 17enne fermati per l'omicidio del ristoratore Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni, padre e madre del più giovane dei due. Il giudice, dopo l'udienza di convalida, ha così accolto le richieste del pm Silvia Marzocchi per entrambi, che hanno confessato. Uno dei ragazzi, però, nelle prossime ore verrà spostato dal Centro di accoglienza del Pratello di Bologna in una sede, al momento, ancora da stabilire. 

I coniugi sono stati uccisi a colpi d'ascia nella loro villetta di Pontelangorino di Codigoro, nella notte tra lunedì e martedì (foto).

Sia il 16enne sia l'amico di un anno più grande, nel corso dell'interrogatorio e dell'udienza di convalida del fermo, tenuta questa mattina al Pratello, avevano ammesso le proprie responsabilità. I loro difensori avevano chiesto misure alternative al carcere (come l'affidamento a una comunità o gli arresti domiciliari). 

LEGGI ANCHE - Selfie macabri alla villettaLa difesa choc: "Ho fatto una ca...a, non volevo"La madre dell'omicida si dispera