Elena Carlini, 21 anni, è finita nel canale con la sua 500
Elena Carlini, 21 anni, è finita nel canale con la sua 500

Ferrara, 10 ottobre 2020 - Quattro ruote che facevano capolino nella foschia del primo mattino e la carrozzeria rossa di un’utilitaria rovesciata in fondo a un canale di irrigazione. È la scena che, ieri mattina, si è trovato davanti agli occhi uno studente che stava andando a scuola in bici. Quello che il giovane non sapeva è che all’interno dell’abitacolo di quella Fiat 500 c’era il corpo di una ragazza non molto più grande di lui.

Leggi anche Elena Carlini, dolore senza fine sul web. "Era un'amica speciale"

Elena Carlini aveva 21 anni e abitava a Jolanda di Savoia. La sua vita si è interrotta bruscamente nell’acqua scura di un fossato che costeggia via Ponte Rigo, una strada di campagna che collega via Pomposa all’abitato di Quartesana. Quando i soccorritori sono arrivati sul posto, per la ragazza non c’era ormai più nulla da fare. Dopo aver recuperato il mezzo dal canale, il personale medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Ancora non è chiaro a che ora si sia verificato l’incidente. Certa è invece l’ora del ritrovamento, avvenuto alle 7.30 di ieri. Uno studente minorenne che abita vicino al luogo della tragedia, andando a scuola in bicicletta ha notato la macchina ribaltata nel canale. Non sapendo che all’interno ci fosse la ragazza senza vita, ha chiesto aiuto a un automobilista di passaggio e ha allertato i soccorsi.


In via Ponte Rigo sono arrivati i vigili del fuoco, il 118 e gli agenti della polizia locale. Quando i pompieri sono scesi in acqua si sono subito resi conto che al posto di guida c’era la 21enne, ormai priva di vita. Estratto il corpo dalla vettura lo hanno affidato ai sanitari che però hanno subito dovuto arrendersi all’evidenza. Agli agenti della polizia locale è rimasto il compito di ricostruire i dettagli di una tragedia che fino alla tarda mattinata presentava ancora alcuni punti oscuri. Il primo, come anticipato, è quello relativo all’ora esatta dell’incidente. Secondo le prime stime, infatti, pare che l’auto sia finita in acqua alcune ore prima del ritrovamento. Meno nebulosa invece la dinamica dell’accaduto. Stando alle ricostruzioni della Municipale, la Fiat 500 condotta da Elena Carlini proveniva da via Pomposa. Dopo aver percorso alcune centinaia di metri lungo via Ponte Rigo, all’altezza di una curva, la conducente ha perso il controllo del mezzo ed è uscita di strada. L’auto ha abbattuto due segnali stradali e si è rovesciata ruote all’aria nell’acqua.

L’abitacolo è diventato una trappola dalla quale la giovane automobilista non è riuscita a liberarsi. Ancora in via di accertamento, invece, le cause all’origine della fuoriuscita dalla carreggiata. Al momento non ci sarebbero elementi per parlare del coinvolgimento di altri mezzi. Non si esclude invece che possa aver giocato un ruolo la scarsa visibilità dovuta alla foschia, ancora in parte presente ieri mattina all’arrivo dei soccorritori. Una condizione che, complice il buio, potrebbe aver reso quella strada di campagna particolarmente insidiosa.