Tra le attività di Area Blu figura anche la manutenzione e l’asfaltatura delle strade
Tra le attività di Area Blu figura anche la manutenzione e l’asfaltatura delle strade
di Enrico Agnessi Si allarga la compagine societaria di Area Blu. Nella Spa a totale partecipazione pubblica, che si occupa tra le altre cose della manutenzione del patrimonio immobiliare, dei servizi cimiteriali e dell’area mobilità degli enti soci entra infatti anche il Comune di Castel Guelfo. L’amministrazione guidata dal sindaco Claudio Franceschi ha infatti manifestato la volontà di aggiungere il proprio nome a quello di Imola, del Con.Ami, della Città...

di Enrico Agnessi

Si allarga la compagine societaria di Area Blu. Nella Spa a totale partecipazione pubblica, che si occupa tra le altre cose della manutenzione del patrimonio immobiliare, dei servizi cimiteriali e dell’area mobilità degli enti soci entra infatti anche il Comune di Castel Guelfo. L’amministrazione guidata dal sindaco Claudio Franceschi ha infatti manifestato la volontà di aggiungere il proprio nome a quello di Imola, del Con.Ami, della Città metropolitana di Bologna, di Castel San Pietro, di Medicina, del Circondario, di Dozza e di Mordano.

Il coordinamento dei soci di Area Blu ha già dato il proprio nulla osta all’operazione, valutando "positivamente" l’ingresso del Comune di Castel Guelfo in società. Tuttavia, da via Mentana hanno anche ravvisato l’opportunità che l’arrivo di un nuovo socio avvenga "preferibilmente tramite cessione di quote" da parte degli altri enti e "solo in subordine mediante aumento di capitale sociale".

Detto, fatto. Tocca al Comune di Imola, interessato ad allargare la compagine societaria "in modo da incrementare il fatturato e di conseguenza aumentare la redditività" di Area Blu, cedere una piccola parte delle proprie azioni. Quante? Pochine. Sulla scorta di quanto avvenuto un paio di anni fa con il Comune di Mordano, Imola in quanto socio di maggioranza cederà circa 3.400 delle oltre 1,2 milioni di azioni detenute. Il tutto "tenuto anche conto che la cessione, per la sua modesta entità, non incide sull’assetto sostanziale dei rapporti societari", si legge nella delibera attraverso la quale la Giunta dà il proprio via libera all’operazione. E questo perché, nonostante l’ormai imminente cessione, Imola continuerebbe ad avere quasi il 91% delle azioni di Area Blu.

E dal momento che il patrimonio netto della società viene quantificato oggi in circa otto milioni, e dunque l’importo unitario per azione è di 5,84 euro, il Comune di Castel Guelfo dovrà sborsare poco meno di 20mila euro per entrare in Area Blu. Come accennato, questo nuovo mini-riassetto societario arriva a un paio di anni dall’ultimo, quello che aveva visto come protagonista Mordano. In quell’occasione, a vendere le proprie azioni (passate solo per un breve periodo nelle mani del Comune di Imola nei primi mesi dell’amministrazione guidata dall’ex sindaca Manuela Sangiorgi) era stata la provincia di Forlì-Cesena.