Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 giu 2022

FdI: "Le scuole vanno messe in sicurezza"

Lisei in Regione mette nel mirino il plesso delle Serotti, che presenta "rilevanti problemi strutturali", e la piscina comunale

3 giu 2022
Il plesso scolastico delle Serotti al centro di un’interrogazione del consigliere regionale di FdI Marco Lisei
Il plesso scolastico delle Serotti al centro di un’interrogazione del consigliere regionale di FdI Marco Lisei
Il plesso scolastico delle Serotti al centro di un’interrogazione del consigliere regionale di FdI Marco Lisei
Il plesso scolastico delle Serotti al centro di un’interrogazione del consigliere regionale di FdI Marco Lisei
Il plesso scolastico delle Serotti al centro di un’interrogazione del consigliere regionale di FdI Marco Lisei
Il plesso scolastico delle Serotti al centro di un’interrogazione del consigliere regionale di FdI Marco Lisei

Edifici scolastici, palestre, piscine. Il consigliere regionale e presidente del gruppo di Fratelli d’Italia - Giorgia Meloni Marco Lisei mette nel mirino la messa in sicurezza e riqualificazione di scuole e altre strutture frequentate (anche) dagli studenti presenti nel territorio castellano.

L’interrogazione presentata in Regione da Lisei parte dai fondi (oltre 45 milioni di euro) messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione per l’Emilia Romagna "per gli obiettivi di messa in sicurezza e riqualificazione delle scuole" e si chiude rilevando come "il Comune di Castel San Pietro non risulta abbia avanzato richieste di finanziamento alla Regione", Lisei interroga l’ente regionale sull’intenzione o meno di "sollecitare il Comune di Castel San Pietro Terme affinché provveda, nel più breve tempo possibile, alla messa in sicurezza del plesso scolastico ‘Gustavo Serotti’ al fine di consentire la piena fruibilità degli edifici e il corretto e completo svolgimento dell’attività didattica".

La scuola Serotti, sottolinea Lisei nell’interpellanza, "è stata da diversi anni oggetto di problemi rilevanti strutturali con conseguenze evidenti come, ad esempio, il cedimento del soffitto, (…) e numerose sono state le proteste di famiglie e studenti che hanno richiesto la messa in sicurezza del plesso scolastico per permettere il corretto svolgimento dell’attività didattica. Le famiglie presentarono un esposto alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Bologna".

L’esponente di Fratelli d’Italia aggiunge che "nel comune termale sono state recentemente elencate e portate alla mia attenzione molte problematiche collegate ad edifici scolastici od edifici frequentati da studenti". La lista parte dalla "piscina comunale anch’essa interessata dal crollo di un controsoffitto metallico che ha comportato un’immediata ordinanza di interdizione all’uso dei locali ed un successivo intervento, non risolutivo, di mero di tamponamento, utile alla sola riapertura al pubblico dei locali, ma non alla messa in sicurezza effettiva, stabile e duratura degli ambienti".

Il documento si conclude evidenziando "un altro importante problema strutturale rilevato alla palestra della scuola Pizzigotti" e "problemi di infiltrazioni di acqua e pannelli del soffitto instabili all’istituto professionale alberghiero Bartolomeo Scappi".

Claudio Bolognesi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?