GIORGIO GIANNACCINI
Cronaca

Parcheggi, ciclabile e aree verdi. Così rinasce il litorale di Scossicci

Firmato l’accordo tra Fondazione Opere laiche lauretane e Comune. Lavori finiti entro la primavera 2025

Parcheggi, ciclabile e aree verdi. Così rinasce il litorale di Scossicci

Parcheggi, ciclabile e aree verdi. Così rinasce il litorale di Scossicci

"È una grande opportunità per Scossicci, lasciata per troppi anni ai margini. Ma adesso stiamo mettendo un mattone importante per riqualificare una zona ricchissima, dal punto di vista ambientale e faunistico". Con queste parole il sindaco Andrea Michelini ha commentato il protocollo d’intesa firmato ieri mattina insieme a Federico Guazzaroni, presidente della Fondazione Opere laiche lauretane e Casa Hermes, che riguarda il progetto di restyling in un’area situata a Scossicci, a nord di Porto Recanati. Erano presenti anche il vicesindaco Giuseppe Casali e Massimiliano Russo, direttore generale della Fondazione Opere laiche lauretane e Casa Hermes.

In un terreno privato di circa 300 ettari saranno realizzati un parcheggio da 500 posti auto, una nuova pista ciclabile sul lungomare Scarfiotti, oltre ad aree verdi attrezzate per il fitness e per birdwatching, ma anche la piantumazione di ben 5mila alberi e piante. E l’impegno è quello di realizzare tutto ciò entro la primavera del 2025. "Siamo davanti a una vera e propria opera di riqualificazione ambientale di cui potrà beneficiare tutta la zona di Scossicci e ad alto valore turistico – ha detto Guazzaroni –. Si tratta di un importante accordo tra pubblico e privato che ha permesso di concretizzare una progettualità avanzata, innovativa e comune a entrambi i soggetti. Dal canto nostro, vogliamo realizzare un’opera di abbellimento dei nostri terreni con una operazione che contribuisce ad arricchire esteticamente il territorio, premiando la sostenibilità. Voglio sottolineare che non sarà realizzata nessuna cubatura ex novo, ma solo una riqualificazione dell’esistente. Sui costi, posso dire che 150mila euro andranno solamente per la piantumazione del verde".

Il sindaco Michelini ha assicurato che il Comune si sta muovendo su altri fronti per contribuire a valorizzare la zona di Scossicci. "Abbiamo già ricevuto i 9 milioni di fondi regionali per le scogliere a protezione del litorale nord, dal bar L’O di Giotto alla foce del Musone – ha aggiunto –. È stato siglato l’accordo con il Provveditorato alle opere pubbliche e il 4 giugno sono iniziati i rilievi batimetrici, che servono per poter passare alla fase operativa". "Si rispetterà pure la parte storica di quell’area – ha concluso il vicesindaco Casali –, visto che saranno ristrutturati dei casolari, mantenendo la struttura originale".