LORENZO FAVA
Economia

Voglia di casa, boom delle domande di affitto. "Ma gli immobili non bastano"

Viaggio nelle agenzie immobiliari di Macerata. Mono e bilocali da 300 a 350 euro al mese

Benita Montecchiari, agente immobiliare a Macerata

Benita Montecchiari, agente immobiliare a Macerata

Macerata, 11 marzo 2024 – “Il mercato immobiliare degli affitti ha molta domanda a fronte di poca offerta. I più chiedono appartamenti già arredati, con prezzi in città che si aggirano, tra monolocali e bilocali, fra i 300 e i 350 euro di affitto mensili". Le agenzie maceratesi Evangelisti e Crescimbeni fanno il punto della situazione sul mercato immobiliare, sottolineando come le richieste di affitto siano in larga maggioranza, vista anche la forte presenza di studenti in città, soprattutto per quello che riguarda il centro storico.

“Nove su dieci dei clienti che si rivolgono a noi cercano un appartamento in affitto. Tra moltissimi studenti, ci sono anche persone che hanno casa di proprietà a Macerata ma, con i lavori che hanno seguito il terremoto, incentivati anche da vari bonus, cercano di affittare casa per un periodo più o meno lungo, quello che serve a sistemare casa propria – spiega Riccardo Evangelisti, la cui agenzia ha sede in viale Trieste –, con due camere la fascia di prezzo sale attorno ai 500 euro e con tre camere tra i 600 e i 700 euro complessivi. Rispetto al 2023 la richiesta di affitti è parecchio aumentata. Da un lato i tassi di interesse sui mutui di acquisto, da un lato la crisi economica, le persone sono indotte ad affittare. Tante richieste e poca disponibilità. Il centro storico poi è affittato soprattutto da studenti. Le famiglie, per comodità nei parcheggi, preferiscono alloggiare fuori. Il grosso delle persone che affittano chiede contratti da 11 mesi, sopratutto se studenti. Lavoratori e famiglie, a seconda delle disponibilità, optano per 12 mesi o 3-4 anni".

Benita Montecchiari, dell’immobiliare Crescimbeni, in via Tommaso Lauri, sottolinea: "Lavoriamo prevalentemente con appartamenti in affitto, che comunque sono meno di quelli che servirebbero per soddisfare la domanda, che è alta. Negli ultimi anni i prezzi si sono alzati. Una camera singola tempo fa veniva 200 euro, ora non si sta sotto i 230. La questione dei bonus nella ristrutturazione, con un’attenzione alla classe energetica, ha allineato i prezzi alle vendite: abbiamo diverse persone che cercano un appartamento da acquistare per darlo in affitto. Se la casa è da ristrutturare, i prezzi oscillano, al metro quadro, tra i 700 e i 1000 euro. Per l’affitto, i contratti transitori sono principalmente di 11 mesi ma, vista appunto la poca disponibilità, si tende ad allungare anche a 18, sopratutto nel caso di studenti, per garantirsi l’alloggio".