La bimba è stata accompagnata dal pediatra poi ricoverata d’urgenza
La bimba è stata accompagnata dal pediatra poi ricoverata d’urgenza

Modena, 24 luglio 2019 - Paura per una bimba di appena nove mesi che ieri mattina ha smesso all’improvviso di respirare. E’ stata la prontezza di una pediatra, che le ha subito effettuato il massaggio cardiaco e, contemporaneamente, avvisato i soccorsi a far si che il battito della piccola riprendesse. Alla base del dramma, pare del cibo che, insieme ad un pezzo di plastica, avrebbe ostruito le vie respiratorie.

L’episodio è accaduto ieri mattina intorno alle 12.30. La giovane mamma magrebina si è presentata nello studio medico pediatrico di via Carpi Ravarino allarmata poichè la piccola respirava male.

Quando la pediatra l’ha presa tra le braccia, si è resa conto immediatamente che la situazione era drammatica: la bambina non rispondeva agli stimoli e non riusciva a restare vigile, nonostante i polmoni risultassero liberi. La dottoressa ha a quel punto allertato i sanitari del 118 ma, nel frattempo, le condizioni della piccola paziente sono precipitate andando in arresto cardio circolatorio.

La pediatra ha subito effettuato il massaggio cardiaco che ha fatto si che la piccola si riprendesse, espellendo non solo cibo ma anche un piccolo pezzo di plastica che aveva evidentemente ingerito e che occludeva in buona parte le vie respiratorie. La bambina è stata portata d’urgenza in ambulanza da Bomporto Policlinico ed ora è ricoverata - come fa sapere la direzione ospedaliera - in prognosi riservata in Terapia intensiva. Grazie all’immediato intervento della pediatra pare però che sia stata scongiurata l’ipossia. Sul posto, per gli accertamenti del caso, anche i carabinieri.