Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Capisce che l’amico ha un infarto La chiamata al 118 gli salva la vita

E’ andata a casa di un amico, ha capito che non stava bene e che stava per avere un infarto, ha chiamato il 118 e gli ha salvato la vita.

Un gesto di attenzione e tempestività che merita riconoscenza, specie alla luce dell’attuale situazione di conflitto.

La signora Maria, che ha dato l’allarme, è infatti ucraina e l’amico, salvato con il suo tempestivo allarme, è un russo di 58 anni.

"Sono in Italia da 20 anni – racconta Maria – e sono amica del signore russo da tempo. Quando l’ho visto ho capito che qualcosa non andava e, nonostante lui non volesse chiamare l’ambulanza, io l’ho fatto: sul posto gli hanno fatto un elettrocardiogramma e hanno constatato che c’era un infarto in atto.

E’ stato trasportato a Baggiovara per essere operato, e dopo una settimana, è tornato a casa. Non ho pensato alla guerra, a Putin e a quello che sta facendo al mio Paese, dove ci sono mio figlio, mia nuora e mio nipote. Ciò che è prevalsa è stata l’umanità e sono felice che sia salvo".

m.s.c.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?