Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 mag 2022

Ciclo-staffetta in memoria di Talini "Pedaleremo per 2mila chilometri"

Maranello: la coppia Zanfi-Tavoni porterà a termine il viaggio di Mauro, morto in incidente, andando dagli Usa al Canada

11 mag 2022

Oltre duemila chilometri da Salt Lake City negli USA fino a Calgary in Canada per portare a termine l’impresa tragicamente interrotta del ciclista Mauro Talini nel 2013: sono pronti i maranellesi Anacleto Zanfi e Antonio Tavoni, che in sella alle loro biciclette prenderanno parte nei prossimi giorni al progetto ‘Ancora in viaggio… verso l’Alaska’. "Il progetto – racconta Zanfi – è nato alla fine del 2019 per volontà della famiglia Talini che voleva completare il Viaggio di Mauro. La loro intenzione era trovare un gruppo di ciclisti che partissero dal luogo dell’incidente (dove Mauro morì travolto da un camion) per arrivare fino a Prudohe Bay in Alaska". Il Covid ha fermato il progetto per due anni e nel frattempo si sono formate le cinque coppie che, nel percorso a staffetta, completeranno il viaggio "e porteranno avanti il messaggio di Mauro": sensibilizzare cioè sul diabete, sulla sicurezza stradale e sulla sostenibilità ambientale. A questo si affiancherà anche una raccolta fondi per la costruzione di trenta servizi igienici in una periferia molto povera di Montero in Bolivia. "Mauro raccoglieva risorse per aiutare soprattutto i bambini in zone disagiate del mondo e costruire villaggi". Un lungo viaggio in bici dunque di oltre novemila chilometri nel continente americano, dal Messico all’Alaska, cinque tappe per dieci corridori, con arrivo previsto a Prudhoe Bay, al di sopra del circolo polare artico, il prossimo 12 luglio. I due maranellesi raccoglieranno il testimone per coprire la quarta tappa, che prende il via il 24 maggio dalla città di Salt Lake nello Utah, nel sudovest degli Stati Uniti, per dirigersi verso nord a Calgary, la città più grande della provincia canadese dell’Alberta, dove è previsto il loro arrivo a metà giugno. "Mentalmente siamo pronti, abbiamo studiato il viaggio ed eventuali alternative in caso di difficoltà atmosferiche, soprattutto nelle zone dello Yellowstone e del Gran Teton vista l’altitudine. Dal punto di vista fisico, la forma che manca l’acquisiremo come sempre… pedalando". Zanfi e Tavoni non sono nuovi a imprese di questo genere: "Abbiamo ciclo-viaggiato insieme in Europa (Cammino di Santiago, Eurovelo fra Germania, Francia, Austria, Repubblica Ceca, Balcani) e in Italia con diversi Cammini della Fede e altri percorsi cicloturistici".

g.a.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?