Modena, 14 aprile 2018 - Blitz xenofobo la scorsa notte nella casa dell’europarlamentare modenese Pd Cécile Kyenge. Ignoti si sono introdotti nel cortile della sua abitazione, infatti, vandalizzandone le pareti e imbrattandole pare utilizzando anche letame.

Forte condanna da parte delle forze politiche: «Si tratta chiaramente di un gesto intimidatorio nei confronti del lavoro di Cecile e di disprezzo dei valori di integrazione e inclusione che, prima come ministro e ora come europarlamentare, continua a difendere con convinzione e capacita», afferma il segretario provinciale Pd Davide Fava manifestando la solidarietà del partito all’ex ministro e auspicando che le forze dell’ordine trovino i responsabili del vile gesto.

Vicinanza a Kyenge viene espressa anche dal deputato pd Piero Fassino: «Ogni atto razzista indica la miseria umana e l’abisso morale di chi lo compie. Piena solidarietà e vicinanza alla Kyenge, vittima di atti vandalici per il suo impegno a favore della convivenza e della integrazione multiculturale».