AUTENTICA novità dei Giardini d’Estate, manifestazione a cura di ‘Studio’s’ improntata a una pluralità di linguaggi artistici, è la rassegna del giovedì ‘I grandi capolavori restaurati’ con il palco dello spazio verde del centro, in corso Canalgrande, che diventa grande schermo per proiettare i film restaurati dalla cineteca di...

AUTENTICA novità dei Giardini d’Estate, manifestazione a cura di ‘Studio’s’ improntata a una pluralità di linguaggi artistici, è la rassegna del giovedì ‘I grandi capolavori restaurati’ con il palco dello spazio verde del centro, in corso Canalgrande, che diventa grande schermo per proiettare i film restaurati dalla cineteca di Bologna, a cura del critico Alberto Morsiani. L’appuntamento si ripeterà tutti i giovedì fino al 29 agosto: si parte questa sera alle 21, a ingresso libero, con la proiezione del film muto ‘Metropolis’, capolavoro di Fritz Lang del 1927. Quella offerta nell’ambito dell’Estate modenese, organizzata dal Comune con Hera e Fondazione Cassa di risparmio di Modena, è una rara opportunità di godersi ai Giardini Ducali uno dei massimi classici della storia del cinema (il primo film ad essere tutelato dall’Unesco) nella versione integrale restaurata e con la colonna sonora originaria.«Il genio di Fritz Lang – spiega Morsiani – con ‘Metropolis’ crea una delle pietre miliari del cinema. La profeta Maria si inserisce tra gli operai e il padrone Fredersen nella città di Metropolis del 2026. Sposerà Freder, il figlio del padrone, e riconcilierà le classi. Attraverso le celebri scenografie (in realtà molto più piccole e ingrandite con il metodo Shufftan che si serviva di uno specchio a 45° rispetto alla lente dell’obiettivo), l’immaginario di Lang, nato architetto, apporta straordinarie innovazioni sull’idea del futuro delle società urbane».Le serate, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, si svolgono nell’ambito dell’Estate modenese organizzata dal Comune con sostegno di Fondazione Cassa di risparmio di Modena ed Hera che è main sponsor dei Giardini.