Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 mar 2022

Mixer e pc super scontati, oltre 60 musicisti truffati

Attirati da annunci on-line, hanno pagato la somma senza ricevere nulla. Il venditore continua a cambiare identità. L’appello: "Aiutateci a incastrarlo"

15 mar 2022
Oltre 60 le vittime della truffa on-line
Oltre 60 le vittime della truffa on-line
Oltre 60 le vittime della truffa on-line
Oltre 60 le vittime della truffa on-line
Oltre 60 le vittime della truffa on-line
Oltre 60 le vittime della truffa on-line

Un MacBook può valere 800 euro ma lui lo ‘vende’ a 650 euro, un mixer usato costa intorno ai 300 euro, ma con lui chiudi ‘l’affare’ a 190 euro. Conquista la tua fiducia inviandoti i suoi documenti, gli mandi i soldi e lui, puff, sparisce nel nulla. Sono almeno una sessantina, le vittime di M.C., il presunto nome del truffatore sassolese dei musicisti, intorno ai 40 anni, in grado di cambiare almeno una decina di nomi e di numeri di telefono. Tra gli pseudonimi più recenti utilizzati c’è Juan Carlos, ispirato tra l’altro beffardamente a una delle sue prede. Nessuno però attualmente è in grado di dire con certezza come si chiami davvero. "Questa storia – racconta Riccardo (è un nome di fantasia), colui che sta raccogliendo tutti gli episodi – è cominciata nel 2019. Nel mio caso si trattava di un computer: ci siamo scambiati dei messaggi, abbiamo definito il passaggio di denaro. Ma poi lui è improvvisamente scomparso". I portali online dove opera sono Subito.it e una piattaforma musicale specifica, www.mercatinomusicale.com, naturalmente estranei ai raggiri. "E’ molto furbo, propone inserzioni con prezzi interessanti, non troppo bassi da destare sospetti, ma sufficientemente accattivanti per attirare chi vuole risparmiare qualcosa. Le sue offerte spaziano tra i 400 e i 900 euro". Una volta agganciata la preda, le manda la fotocopia della carta di identità fronte-retro e l’iban bancario. Non accetta altre forme di pagamento. Per tutta la fase preparatoria si rende molto disponibile così da consolidare la fiducia, risponde puntualmente a ogni messaggio, è molto abile. Fino a quando non avviene il pagamento effettivo. "Una volta conclusa la transazione blocca ogni comunicazione e svanisce nel nulla, non riesci più a trovarlo perché lui ha già cambiato identità". Simone per esempio avverte tutti come "un certo Daniel Gilbert sta vendendo un Behringer XR18. Sono già stato truffato da lui tempo fa con lo stesso prodotto perdendo 150 euro. Non fidatevi. Vi chiederà di chiudere l’affare tramite spedizione con bonifico e poi vi bloccherà. Aiutatemi a incastrarlo". I truffati si sono rivolti alle forze dell’ordine, ma l’entità bassa delle somme truffate non consente al momento indagini a largo raggio. "Il nostro obiettivo come community – prosegue Riccardo – è raccogliere quante più denunce possibili per presentare l’intero dossier". Chi ritiene di essere stato vittima di questo tipo di raggiri può scrivere a truffemusicali@gmail.com.

Gianpaolo Annese

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?