Programmi a confronto. L’intelligenza artificiale scova tutte le differenze

Dai rifiuti alla sicurezza, passando per lo sviluppo urbanistico e il problema casa mIA, il software di Verdi e Sinistra, svela le diverse sfumature tra Pd e alleati .

Programmi a confronto. L’intelligenza artificiale scova tutte le differenze

Programmi a confronto. L’intelligenza artificiale scova tutte le differenze

Stop a ponderosi tomi o file introvabili su internet, a semplificare il ‘lavoro’ dell’elettore a caccia dei programmi dei candidati ci pensa l’Intelligenza artificiale che inevitabilmente entra anche nella campagna per le amministrative. A introdurre mIA è l’alleanza Verdi Sinistra che da domani collegandosi al portale elettorale www.avsmo.it offre ai cittadini la possibilità di consultare le proposte per la città di Modena. Non ha la voce suadente di Alexa – mIA risponde per ora solo per iscritto – ma anche lei dimostra di saperne parecchio.

Vuoi conoscere per esempio nel tempo di un clic cosa pensano Sinistra e Verdi sui rifiuti? Poni una semplice domanda a mIA e lei ti elencherà le idee in proposito: "Raccolta differenziata: si mira a ridurre la quantità di rifiuti prodotti e ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata oltre l’80%. Si propone anche la chiusura dell’inceneritore entro il 2030. Inoltre, si intende implementare la Tariffa Puntuale, che rende il pagamento del tributo proporzionale ai rifiuti effettivamente prodotti, premiando chi ricicla di più e produce meno rifiuti". Desideri sapere cosa pensano della Bretella? Ecco pronta la risposta: "Il programma elettorale di AVS prevede la rielaborazione del progetto della Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo, dando priorità alla mobilità delle merci su ferro. In particolare, si propone di realizzare il collegamento ferroviario Marzaglia-Dinazzano per favorire il trasporto delle merci tramite ferrovia e ridurre il traffico veicolare privato".

Ma l’assistente virtuale che – salvo addentrarsi in futuristiche suggestioni politiche, non sarà candidata in lista – è capace anche di sottili ‘ragionamenti’ politici. "Dimmi mIA ma alla fine che differenza c’è tra il programma del Pd e quello dell’alleanza Avs?", cioè perché un elettore poi dovrebbe scegliere voi e non i Dem, visto che entrambi sostenete Massimo Mezzetti? E qui mIA si dimostra davvero perspicace. Perché se è vero che "i due programmi – sostiene – condividono un impegno verso l’inclusione sociale, l’integrazione dei migranti, e il sostegno alle fasce più vulnerabili della popolazione", su altri punti si apprezzano sfumature divergenti: "Mentre il Pd propone un approccio incentrato sulla rigenerazione urbana e l’innovazione, l’Alleanza pone un’enfasi particolare sul consumo zero di suolo, il recupero delle aree dismesse, e l’attenzione verso una gestione del territorio che contrasti i cambiamenti climatici". E ancora: "Mobilità Urbana: sebbene entrambi i partiti si impegnino per una mobilità più sostenibile, l’Alleanza Verdi Sinistra e Reti Civiche propone specifiche modifiche alla ferrovia Modena-Sassuolo e l’implementazione delle zone 30, suggerendo un approccio più radicale rispetto al Pd nella riforma del trasporto pubblico e nella riduzione del traffico veicolare".

In sintesi, è la conclusione di mIA, "benché vi siano notevoli somiglianze tra i due programmi, in particolare nell’impegno verso la sostenibilità ambientale e l’inclusione sociale, emergono differenze significative nelle modalità proposte per realizzare tali obiettivi, con l’Alleanza Verdi sinistra e reti civiche che sembra proporre approcci più radicali e innovativi in alcune aree".