"Quando la Milo sostò al Sagittario"

La scomparsa di Sandra Milo richiama i ricordi delle sue visite a Vignola negli Anni Ottanta, tra cui una visita al Maneggio Sagittario. Resta un dubbio se abbia pranzato al ristorante locale.

"Quando la Milo sostò al Sagittario"
"Quando la Milo sostò al Sagittario"

La scomparsa della celebre attrice e conduttrice televisiva Sandra Milo, avvenuta l’altro ieri a Roma, ha richiamato alla memoria anche tanti ricordi delle sue frequenti visite in zona. Oltre ad essere stata madrina, negli ultimi anni, del Superzampone a Castelnuovo, c’è chi, come lo storico locale prof. Pierluigi "Gigi" Albertini, ricorda la sua presenza a Campiglio nel mezzo degli Anni Ottanta del secolo scorso, presso il Maneggio Sagittario, dove "atterravano" con diverse frequenze tanti big del jet set di quegli anni. "In questo locale di Cesare Clò e Dino Galassi – ricorda Albertini – che era sia maneggio sia ristorante, negli Anni Ottanta non era raro incontrare Luciano Pavarotti, ma almeno una volta fecero una visita anche altri vip, da Bjorn Borg, a Francesco Moser, ad Alberto Tomba. L’eco di questo locale, vero centro di vita, sempre negli Anni Ottanta, in un giorno di tarda primavera, richiamò anche Sandra Milo. La sua fu una visita del tutto inattesa quanto gradita: fu subito una corsa giù a Vignola da un fioraio per confezionarle un omaggio profumato, all’altezza della situazione. Poi, intorno a questa bionda mattatrice, già musa di Federico Fellini, s’accese una piccola festa". Rimane però un dubbio allo storico Pierluigi Albertini, che aggiunge: "Sostò per un pranzo tradizionale alla tavola qualificata di Cesare e Dino? Le cronache dell’epoca non lo sanno e non lo dicono".

m.ped.