Controlli dei carabinieri
Controlli dei carabinieri

Modena, 21 settembre 2019 - La grandinata del 22 giugno scorso ha letteralmente devastato la città così come centinaia di autovetture posteggiate in strada. Dal giorno successivo alla violenta perturbazione sono iniziate le ‘corse’ alle officine per riparare le auto ma, soprattutto, i centralini delle agenzie assicurative sono stati presi d’assalto dai tanti cittadini che chiedevano lumi sulla copertura. Chi ha avuto la ‘fortuna’ o comunque la possibilità di aver acceso la polizza cristalli o l’assicurazione sulle calamità naturali si è messo quindi in lista d’attesa per poter riparare la propria vettura. I tempi per riuscire ad ottenere un appuntamento erano infatti piuttosto lunghi.

E’ stata quindi una amara sorpresa quella annunciata a tre automobilisti ai quali è stata rubata l’auto, custodita dentro una carrozzeria convenzionata Bmw. Martedì notte infatti ignoti, dopo essere riusciti a forzare l’ingresso del capannone, si sono introdotti all’interno della struttura per poi fuggire con tre vetture. Le stesse erano infatti state consegnate qualche giorno prima dai proprietari affinchè, finalmente, fossero sistemate ed erano parcheggiate nel deposito. Sicuramente ad agire sono state più persone e non si esclude si sia trattato di un colpo su commissione. Quel che è certo è che i malviventi sono riusciti ad entrare nella carrozzeria di via Jugoslavia durante la notte e a scappare a tempo record a bordo delle vetture, tra cui una Bmw X1. Nonostante l’allarme installato, quando gli uomini della vigilanza privata sono arrivati sul posto dei ladri e dei mezzi non vi era più traccia.

I proprietari hanno poi presentato denuncia contro ignoti ma non è escluso che le costose vetture sottratte, a pochi minuti dal colpo, fossero già state piazzate sul mercato nero, magari dirette all’estero. In alcuni casi, invece, i mezzi rubati dalle bande vengono utilizzati per mettere a segno altri colpi. Sul furto sono ora in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine: per risalire ai responsabili saranno visionati i filmati di videosorveglianza delle telecamere posizionate in zona. Il giorno seguente, a Cognento, è stato un poliziotto delle volanti, libero dal servizio, a intercettare un furgone rubato in zona Cognento. Subito sono intervenute le pattuglie della polizia di Stato e i due malviventi, entrambi campani senza fissa dimora, dopo un inseguimento sono stati alla fine bloccati e portati in caserma.