Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
13 giu 2022
13 giu 2022

Risultati elezioni Padova: Giordani sindaco, vittoria al primo turno

Arriverà nella notte il risultato finale, ma il divario non lascia spazio a dubbi: il sindaco uscente riconfermato alla guida della città con quai il 59%. Peghin si ferma al 34%

13 giu 2022
Sergio Giordani, Padova, 10 gennaio 2022. ANSA/ UFFICIO STAMPA COMUNE DI PADOVA +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++
Sergio Giordani, sindaco uscente (centrosinistra)
Sergio Giordani, Padova, 10 gennaio 2022. ANSA/ UFFICIO STAMPA COMUNE DI PADOVA +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++
Sergio Giordani, sindaco uscente (centrosinistra)

Padova, 13 giugno 2022 - Vittoria certa per Sergio Giordani, il sindaco uscente rafforza i suoi confini e si prepara ad altri cinque anni di governo della città. Per tutto il giorno, ha fatto mangiare la polvere all’avversario del centrodestra, Francesco Peghin sostenuto da una coalizione ampia con 7 simboli, guidati dalla storica triade FdI, Lega e Forza Italia – che non arriva al 34%. Sergio Giordani ha già indosso al fascia tricolore, con quasi il 59% dei consensi. Non c’è partita e nemmeno ballottaggio.

Approfondisci:

Elezioni Padova, Giordani rieletto sindaco: "Grande onore e responsabilità"

“Questi dati rimangono ancora proiezioni. Ringrazio chi mi ha già stretto la mano, e i cittadini che mi hanno dato fiducia, ma preferisco aspettare”, commenta il sindaco uscente. “Quello che mi ha fatto piacere – prosegue – è essere riuscito a unire tutti, perché se è unita Padova può risolvere molti problemi. I padovani hanno capito che è meglio stare uniti anziché dividersi continuamente”. Una battuta anche sull'andamento del voto a Verona, che vede in testa Damiano Tommasi. “Conosco molto bene Tommasi, come calciatore e come uomo – dice Giordani – e credo che potrà dare una svolta positiva a Verona”. E aggiunge: “Credo che aver saputo unire la città in questi 5 anni, nel rispetto di tutti, oltre ad una bellissima squadra di movimenti politici e civici, ci abbia dapprima consentito di ottenere risultati sul piano amministrativo, e ora di convincere i padovani a ridarci fiducia”. 

Sommario:

Tutti i risultati

A Padova si conferma infatti lo sprint di Fdi, con i meloniani avanti però solo di mezzo punto sui salviniani. Nella città veneta, dove è netta l'affermazione del sindaco uscente Sergio Giordani, del centrosinistra, Fdi prende circa l'8%, avanti sulla Lega che porta a casa il 6,5% circa di voti di lista. Fa meglio la lista civica “Peghin Sindaco” (7,5%), mentre Forza Italia e Coraggio Italia raccolgono il 3,5% ognuna.

Sono nove i candidati in campoRaschiano il barile, trovando ben poco, gli altri candidati patavini: Francesca Gislon ferma all1,40%, Luca Lendaro al 1,68%. Non sfondano nemmeno la quota di un punto percentuale Domenico Minasola (0,80%) e Lorenzo Innocenti (0,83%), Paolo Girotto rimane all’1,99%. El Maoued Sali (0,77%) e Chiara Zoccarato (0,44%).

Martella: "Grande vittoria"

Occhi puntati sullo spoglio, il Pd è pronto a stappare un Prosecco. Giordani è vicino al traguardo, sindaco al primo turno. “Attendiamo con fiducia la fine dello scrutinio. E successivamente esprimeremo un giudizio politico complessivo. Ma, i dati che continuano a affluire dalle città venete, ci rendono ottimisti e anche orgogliosi del lavoro svolto", dice Andrea Martella, segretario regionale del Partito democratico in Veneto.

"A Padova abbiamo avuto una grande vittoria con la riconferma a sindaco di Sergio Giordani – continua il segretario Dem, Andrea Martella – che ha avuto il merito di aver ben amministrato la città proiettandola nel futuro. E in questo secondo mandato avrà modo di completare il lavoro già avviato". 

Lo spoglio

Scheda dopo scheda si profila una vittoria al primo turno a Padova per il sindaco uscente e candidato del centrosinistra Sergio Giordani. I primi voti scrutinati (7 sezioni su 206) pubblicati sul sito elettorale del Comune, vedono Giordani al 57,95%, contro il 34,03% dello sfidante del centrodestra, Francesco Peghin. Molto più staccato Domenico Minasola (Alleanza Per Padova) all'1,93%.

La seconda proiezione Swg per 'La7' vede aumentare il vantaggio del sindaco uscente, civico sostenuto dal centrosinistra, Sergio Giordani, che arriverebbe al 59,3%. Il candidato sostenuto dal centrodestra Francesco Peghin arriverebbe invece al 31,1%. 

Passando alle liste, il Partito democratico è il primo partito con il 20,7%, seguito dalla lista civica Giordani Sindaco (18,7%). Il Movimento 5 stelle potrebbe fermarsi ad appena l'1,4%, mentre altre liste di centrosinistra a sostegno di Giordani arriverebbero al 19,1%. Tra le liste a sostegno di Peghin, Fratelli d'Italia è avanti di misura sulla Lega, con il 7,8% delle preferenze contro 6,6%. In mezzo c'è la lista civica Peghin Sindaco (7,5%). Forza Italia e Coraggio Italia raccolgono il 3,4% ognuna, mentre altre liste di centrodestra il 3,5%. 

Nel Padovano 18 sindaci 

Nel Padovano si scelgono in totale 18 sindaci, di cui oltre al capoluogo (Padova 206.192) solo 2 in Comuni sopra i 15mila abitanti: Abano Terme (19.349 abitanti, sindaco uscente Federico Barbierato) e Vigonza (21.993 abitanti, sindaco uscente Innocente Marangon). L'altro capoluogo di provincia dove si vota in regione è Verona.

Per quanto riguarda le affluenze alle elezioni amministrative, alle 23 di ieri erano del 51,81% a Padova, in lieve calo rispetto al 61,11% delle ultime comunali, a fronte di una percentuale regionale in Veneto del 51,44%. 

Approfondisci:

Risultati elezioni comunali in Veneto: lo spoglio in diretta

I candidati a Padova

Dopo la vittoria nel 2017, tenta il bis l’attuale primo cittadino Sergio Giordani, sostenuto tra gli altri da Pd e M5s. Il volto del centrodestra è quello dell’industriale Francesco Peghin. Corrono inoltre Francesca Gislon, candidata per Orizzonti; Luca Lendaro di Tutta Nostra la città e Solidarietà Ambiente e Lavoro; Lorenzo Innocenti di TornaPadova; Salim El Maoued di Padova di Tutti; Chiara Zoccarato di Alternativa; Domenico Minasola di Alleanza per Padova e Paolo Girotto per il Movimento 3V.

Gli elettori in numeri

A Padova gli aventi diritti al voto sono 164.363 di questi, 77.559 sono uomini e 86.804 donne. Sono invece 804 i neomaggiorenni. Dei 206 seggi i primi quattro sono all’interno della scuola Reggia Carraresi e l’ultimo, il numero 206, all’ospedale Sant’Antonio. 

Elezioni a Padova, lo spoglio in diretta

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?