Violenza in famiglia (Immagine di repertorio)
Violenza in famiglia (Immagine di repertorio)

Parma, 10 settembre 2021 – Anche dopo l'arrivo della Polizia lui non ha smesso di prendere a pugni la porta del bagno dove la donna si era chiusa a chiave per mettersi in salvo, tanto da danneggiarla con un vistoso buco. L’aveva picchiata e lei era riuscita a sfuggirgli e a chiamare aiuto. L’ennesimo episodio di violenza contro una donna si è verificato a Parma la scorsa sera. Gli agenti intervenuti sul posto hanno arrestato l'uomo, un 41enne di Potenza domiciliato a Parma con precedenti per lesioni personali e maltrattamenti in famiglia, per l'aggressione alla convivente.

L'intervento, spiegano dalla Questura della città ducale, è scattato all'1.30 a seguito di una chiamata fatta con il cellulare dalla vittima. Una volta entrati nell'appartamento, i poliziotti hanno visto il 41enne, che era "molto agitato", prendere a pugni la porta del bagno, tanto da danneggiarla. E nonostante l'uomo non si sia fermato neanche dopo l'arrivo degli agenti, questi ultimi alla fine sono riusciti a bloccarlo e ad identificarlo. La donna, che era "in lacrime e fortemente scossa" spiegano dalla Questura, presentava "ferite ed ecchimosi sul corpo", motivo per cui è stato richiesto l'intervento di un equipaggio della Croce rossa per le prime cure. La vittima è stata poi portata al Pronto soccorso, da cui è stata dimessa con una prognosi di 15 giorni. Dell'arresto è stata poi informata l'Autorità giudiziaria, con contestuale attivazione del Codice rosso, e "al termine delle incombenze di rito l'uomo è stato arrestato e sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici da parte della Polizia scientifica".