Pesaro, 28 febbraio 2020 - In mezza giornata nelle Marche e in particolare nella provincia di Pesaro Urbino si è passati da 3 a 11 casi positivi al Coronavirus. Ai tre gia noti – il 30enne di Vallefoglia e i due anziani di Fano – ieri sera, dopo l’incontro con i 54 sindaci della provincia col Prefetto Lapolla, il presidente della Regione Luca Ceriscioli (video) ha aggiornato i dati relativi al contagio. "Ai già noti – ha detto Ceriscioli – ho aggiunto in ordinanza altri due persone di cui sono appena arrivati i tamponi adesso. Si tratta di due residenti nel territorio provinciale. Mentre un altro risiede a Morciano". E’ uno studente che frequenta il liceo Scientifico di Pesaro. Il ragazzo, a tutto ieri sera, ricoverato in ospedale a Rimini presentava condizioni buone, tanto che oggi potrebbe essere dimesso ma intanto la sua classe al Campus è stata posta in quarantena. Nessuno dei ragazzi presenta febbre o sintomi ma non si sa mai. Per cui, tutti a casa per 14 giorni.

AGGIORNAMENTO Al liceo scientifico di Pesaro lezioni sospese fino a mercoledì

Ceriscioli ai cronisti ha detto: "Se non ci fosse stata l’ordinanza della Regione questo ragazzo e i suoi compagni avrebbero frequentato la scuola. Quindi credo che la scelta della Regione di chiudere le scuole sia stata quantomeno opportuna. Ecco perché mi dispiace per la sospensiva del Tar: procediamo con la nuova ordinanza perché crediamo che non ci siano le condizioni per riaprire le scuole". L’ordinanza che resterà in vigore fino alla mezzanotte di domani ricalca le stesse misure della prima, quella impugnata dal Governo e sospesa dal Tar. Quindi, in estrema sintesi Ceriscioli ha ribadito la sospensione delle lezioni nelle scuole di ordine e grado e delle manifestazioni pubbliche per evitare assembramenti. Oggi, come prevedono le procedure sanitarie, verrà fatto un sopralluogo al Campus scolastico e verranno valutati quali interventi di sanificazione possano essere necessari. Contemporaneamente alla riunione in Prefettura di Ceriscioli al pronto soccorso di Pesaro è stato necessario impiantare una struttura alternativa, esterna.

Uno dei nuovi casi, positivi al Coronavirus è relativo ad un anziano di Pesaro. L’uomo è arrivato al pronto soccorso per farsi controllare. La positività dell’uomo ha fatto scattare anche le verifiche sul personale dell’ospedale mentre sono stati posti in quarantena gli equipaggio di due ambulanze che da Marotta hanno portato i due coniugi ultraottantenni, affetti a coronavirus, a Pesaro. Sul 16enne, invece è ancora da chiarire come sia stato contagiato: se si è recato a mangiare nella trattoria appartenente al ristoratore di San Clemente ancora ricoverato nel reparto Infettivi di Rimini, oppure con altri.

Coronavirus, i 10 comportamenti da seguire