Pesaro, 5 luglio 2018 - Si è tenuto a Pian del Bruscolo un tavolo tecnico tra i Comuni di Vallefoglia, Montelabbate, Vigili del Fuoco e Anas, per il coordinamento delle procedure di rimozione dell’ordigno bellico di 31 chili, trovato lunedì a Montecchio in via Dell’Artigianato. Pur non essendo ancora definite esattamente la data e le strade interessate dall’evacuazione, l’incontro è stato fondamentale per valutare le condizioni di intervento.

Ad esempio sarà necessario aiutare persone con difficoltà motorie e impossibilitate a muoversi, circa 40 a Vallefoglia e 15 a Montelabbate, che saranno trasportate fuori dall’area di evacuazione dal personale medico e infermieristico della Casa della Salute. In totale si calcola che potrebbero essere evacuate 13 mila persone, in un raggio di azione di oltre 1.500 metri di diametro, come stabilito dagli artificieri, dal punto di ritrovamento della bomba della seconda guerra mondiale nel cantiere di Marche Multiservizi per il potenziamento del depuratore. I sindaci, Palmiro Ucchielli di Vallefoglia e Cinzia Ferri di Montelabbate, hanno chiesto agli organi preposti, a partire dalla prefettura, di effettuare le operazioni in un giorno festivo.

Non sarà ormai possibile in questo fine settimana, quindi in caso di approvazione l’intervento slitterà alla prossima domenica. In questo caso le tante fabbriche della zona industriale sarebbero chiuse, così anche molti negozi, a eccezione di qualche supermercato coinvolto.

mi.vi.