Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 lug 2022
27 lug 2022

La Vis pensa a Sabotic, ex centrale del Carpi

Profilo che potrebbe fare al caso di Pesaro per portare centimetri ed esperienza in difesa, ha giocato anche con Pisa e Reggiana

27 lug 2022
Sabotic, qui in azione in maglia Carrarese contro la Vis il 27 marzo scorso
Sabotic, qui in azione in maglia Carrarese contro la Vis il 27 marzo scorso
Sabotic, qui in azione in maglia Carrarese contro la Vis il 27 marzo scorso
Sabotic, qui in azione in maglia Carrarese contro la Vis il 27 marzo scorso
Sabotic, qui in azione in maglia Carrarese contro la Vis il 27 marzo scorso
Sabotic, qui in azione in maglia Carrarese contro la Vis il 27 marzo scorso

La Vis Pesaro potrebbe parlare montenegrino. Almeno in difesa, zona strategica del campo in cui la società di via Simoncelli sarebbe pronta a piazzare un grande colpo. Un nome importante per la Serie C, che la categoria la conosce bene e che, cronache alla mano, sa altrettanto bene come arginare le sortite avversarie, muoversi con reattività, recuperare palloni, sfornare giocate di qualità. E magari rilanciarsi dopo una stagione non facilissima tra Pistoia e Carrara (1 gol in 20 gettoni). In più conosce bene mister David Sassarini, con cui ha lavorato proprio alla Pistoiese: durante la sua gestione degli arancioni di Toscana ha messo insieme 14 presenze e 1 assist, imponendosi come guida del reparto difensivo. Il profilo tracciato risponde al nome di Minel Sabotic, classe ’94, alto 1.86 m, e qualche conferma in questo senso arriverebbe da Carrara, dove l’ex Reggiana e Pisa ha giocato nella seconda parte di stagione. Un primo dato: Sabotic non ha rinnovato il suo contratto coi marmiferi, anche se con loro avrebbe potuto rimanere un altro anno. Vicenda che lo ha reso di fatto svincolato dal 1 luglio scorso. Il nome ingolosisce e non poco il club del presidente Bosco, visto che Sabotic può vantare un bagaglio con quasi 200 esperienze in Serie C, tra Pistoiese, Carrarese, Reggiana, Carpi e Pisa. Le sue caratteristiche lo rendono funzionale al gioco di mister Sassarini, e non è un caso che proprio il tecnico di La Spezia in sinergia col ds degli arancioni Stefano Stefanelli (ora al Cesena) lo abbia voluto in Toscana. Corsi e ricorsi storici che danno corpo a più che un’ipotesi di mercato. Col suo eventuale arrivo, la Vis rimpolperebbe un pacchetto arretrato che fino a oggi può contare sui soli Gavazzi, Cusumano e Rossoni (quest’ultimo centrale adattato).

Per l’attacco la pista Lens non è chiusa. Anzi. La società, e in particolar modo Sassarini (suo giocatore al Fatih Karagümrük) starebbero lavorando con pazienza per limare le eventuali resistenze del giocatore. A partire dall’aspetto economico, perché l’ex Sunderland e PSV Eindhoven nell’ultima stagione in Turchia sponda Besiktas ha guadagnato circa 1.8 milioni di euro. Da giocatore a tutti gli effetti fuori rosa. Per convincerlo servirà poi una certa progettualità, cosa di cui il club biancorosso dispone già. Come per Sabotic, il suo status da svincolato potrebbe essere un elemento ulteriore a favore della trattativa. Anche se il giocatore olandese proviene da un pianeta calcistico diverso. Un’alternativa a Lens potrebbe essere l’ex Carpi Enej Jelenic, classe ’92, ala sinistra per vocazione ma tuttofare offensivo. Trequartista incluso. Il giocatore è svincolato e nelle ultime due stagioni è stato protagonista con la maglia del Padova (86 presenze e 7 gol). Inoltre ha condiviso lo spogliatoio con Sabotic durante la stagione 20202021, in Serie C a Carpi. Lo stipendio, però, potrebbe essere un ostacolo.

Riccardo Spendolini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?