Tavullia (Pesaro), 15 febbraio 2019 - Niente festa di paese per il compleanno di Valentino Rossi. A Tavullia le bandiere sventolano tutto l’anno e la processione di tifosi non si ferma mai. Per questo speciale compleanno, i concittadini non scenderanno in piazza per lui, «perché – come racconta il sindaco Francesca Paolucci – non c’è regalo migliore della tranquillità». Qui, Valentino, lo si festeggia tutti i giorni ormai da oltre due decenni.

VALEFRA_35138964_173205

«Siamo sempre molto contenti quando lo vediamo, ma preferiamo rispettare la sua vita privata. Ha molti impegni, è spesso in giro per il mondo quindi quando torna a casa preferiamo farlo vivere come uno normale. Per questo non faremo nessuna festa pubblica, anche se per lui sarà un compleanno speciale. Ecco perché – conclude il sindaco – il regalo più grande che possiamo fargli è il rispetto dei suoi spazi e farlo vivere come una persona normale. D’altronde il nostro è un piccolo e semplice paese di provincia, che forse ha una grande qualità: quella del vivere bene e in maniera tranquilla».

LEGGI ANCHE Agostini: "Corre ancora? Ha due volte 20 anni"Valentino Rossi e Cesare Cremonini a pranzo insieme a Cattolica

Così, con due giorni di ritardo rispetto al calendario, domani a Tavullia sarà San Valentino (Rossi). La festa di uno, anzi, dello sportivo più amato al mondo. Quaranta candeline, ma lui resta un eterno ragazzino. Lo stesso che sfrecciava con il motorino per le strade in discese di Tavullia e poco dopo era in grado di salire sul gradino più alto del podio, magari dall’altra parte del mondo. «Lui è il nostro santo – raccontano al bar del paese – il nostro augurio è che riesca a conquistare il decimo titolo mondiale. Speriamo corra ancora molti anni».

Un compleanno sobrio e riservato, almeno sulla carta, che il Dottore passerà a riflettori spenti insieme ai suoi amici più stretti e con la nuova fidanzata, FrancescA (FOTO). Ma in paese un po’ ci sperano. «Ci piacerebbe vederlo passare e fare un brindisi con lui– spiegano alcuni ragazzi in piazza– si vede raramente perché è impegnato tra gare e allenamenti: noi per lui saremmo disposti a tutto». Disposte a tutto sono anche le centinaia di persone che ogni settimana arrivano a Tavullia in pellegrinaggio. Addirittura qualcuno dall’Australia, anche se i più curiosi sono i tifosi spagnoli che in posa sotto il cartello del loro idolo urlano: «Feliz Cumpleaños», Buon Compleanno Dottore!.