"Vis, oggi a Cesena vinci per Daniele Mei"

Roberto Bizzocchi alla squadra: "Giocate per questo grande tifoso". Alle 17,30 all’Orogel Stadium match vitale per la salvezza

"Vis, oggi a Cesena vinci per Daniele Mei"
"Vis, oggi a Cesena vinci per Daniele Mei"

Per Daniele Mei. Faro del tifo vissino scomparso nelle ultime ore. Memoria storica e emozionale di generazioni di biancorossi: "Sì, vincete per lui, è stato un grande ultaras e cuore biancorosso", l’appello di Roberto Bizzocchi, fondatore dei Vis Boys, alla squadra. Un velo di tristezza accompagna Cesena-Vis Pesaro, sfida fondamentale in chiave salvezza (ore 17:30, diretta Dazn-Eleven Sports-Sky Sport). Tonucci e soci arrivano in Romagna con la consapevolezza di chi, spinti da un dodicesimo uomo che onorerà uno degli storici fondatori dei Vis Boys, ha davanti una montagna sì complicata da scalare, ma non impossibile da sormontare. La squadra è reduce da una settimana di lavoro intenso e a porte chiuse, in cui Banchieri ha potuto mettere a punto le soluzioni tattiche per arginare la forza dei bianconeri. Il tecnico potrebbe allora lanciare un 3-5-2 con le incursioni di Pucciarelli e la verve di Fedato, anche se l’assenza di Di Paola potrebbe pesare nell’economia della manovra. A centrocampo potrebbe tornare Aucelli dal 1’, mentre in difesa è a un passo dalla conferma il trio Tonucci-Gavazzi-Bakayoko.

Capitolo Cesena. "Dovremo mettere in campo più motivazioni rispetto a loro perché i punti servono anche a noi – dice il tecnico dei romagnoli Toscano –. Rispetto all’ultima gara, la Vis Pesaro ha calciatori che possono crearti pericoli, se non facciamo la partita con l’atteggiamento giusto. E per atteggiamento giusto intendo l’attenzione e la determinazione che, per il nostro modo di giocare fatto di tanti duelli, dobbiamo possedere a livello individuale e non solo collettivo. Per questo mi sono soffermato su quei venti minuti di Montevarchi: sono quelli che ci portiamo dietro dall’inizio ma, se inizieremo a pensare in modo diverso, riusciremo ad eliminarli". L’obiettivo è puntare al secondo posto sperando nel primo. In campo romagnoli devono fare a meno del centrocampista De Rose (squalificato) e del centrale di difesa Prestia ("Deve fare il suo percorso di recupero"), ma recuperano l’ex Monopoli Mercadante ("Ha fatto la rifinitura e viene in panchina"). Ad ogni modo, Toscano non dovrebbe discostarsi dal classico 3-4-1-2, pur con alcune scelte obbligate in difesa (Ciofi-Silvestri-Celiento). A centrocampo Adamo e Mustacchio sono pronti a affiancare i centrali Saber e Brambilla, mentre in attacco il francese Bumbu (in gol col San Donato) supporterà Stiven Shpendi e il goleador Corazza. Arbitro. Per la sfida del "Manuzzi" la CAN C ha scelto l’esperto Claudio Petrella di Viterbo, direttore di gara al quinto anno di Serie C. Petrella ha due precedenti in carriera con la Vis: sue le direzioni di Giana Erminio-Vis Pesaro 3-3 (Serie C 1819) e Vis Pesaro-San Marino (Serie D 1718). Un solo incrocio invece coi romagnoli, in occasione di Gubbio-Cesena 4-1 (Serie C 2122). In questa stagione ha diretto 14 gare di C, di cui 2 nel girone B, totalizzando 87 ammonizioni e 4 espulsioni. Gli assistenti: Bahri di Sassari e Catallo di Frosinone. Quarto ufficiale: Fichera di Milano.

"Orogel Stadium Dino Manuzzi", ore 17:30

CESENA (3-4-1-2): Tozzo; Ciofi, Silvestri, Celiento; Adamo, Saber, Brambilla, Mustacchio; Bumbu; Shpendi S., Corazza. All. Toscano

VIS PESARO (3-5-2): Farroni; Tonucci, Gavazzi, Bakayoko; Ghazoini, Valdifiori, Aucelli, Astrologo, Zoia; Fedato, Pucciarelli. All. Banchieri Arbitro: Petrella di Viterbo

Riccardo Spendolini