Proseguono gli appuntamenti con Scritture di Frontiera che domani mattina alle 11 al chiostro della Biblioteca Classense (sala Muratori in caso di maltempo) arriva Elvis Malaj e ’Il mare è rotondo’, in dialogo con Silvia Travaglini.

Elvis Malaj è nato a Malësi e Madhe (Albania) nel 1990.

A quindici anni si è trasferito ad Alessandria con la

famiglia. Oggi vive e lavora a Belluno ed è uno dei più interessanti scrittori figli della migrazione. A ottobre 2017 è uscita la sua prima racconta

di racconti ’Dal tuo terrazzo

si vede casa mia’ (Racconti edizioni).

Il suo primo romanzo,

’Il mare è rotondo’, è uscito nel maggio del 2020 per Rizzoli ed è stato candidato al Premio Strega. Quella tra Ujkan – il protagonista del romanzo – e l’Italia è una relazione complicata.

Andarci è sempre stato lo scopo della sua vita, ma il motivo non se lo ricorda più. Quando aveva undici anni aveva provato a raggiungerla mescolandosi ai profughi kosovari, ma sua madre era riuscita a scovarlo un attimo prima che s’imbarcasse.