"Daini, sistemi per prevenire incidenti"

Il contenimento della diffusione dei daini, in particolare all’interno delle aree forestali di Lido di Classe, è stato al centro di un’interrogazione a risposta immediata del consigliere regionale di Rete civica, Marco Mastacchi, che voleva sapere dalla Giunta quali azioni abbia attivato o intenda attivare in merito.

"L’aumento esponenziale della popolazione dei daini nella pineta ravennate di Lido di Classe (il problema degli animali selvatici riguarda anche il litorale dei lidi ferraresi) – precisava Mastacchi – sta destando crescenti preoccupazioni, soprattutto perché lo spostamento di questi animali è spesso causa di incidenti stradali e di interruzioni della linea ferroviaria Ravenna-Rimini". "I dissuasori sonori e luminosi, dove installati, hanno praticamente azzerato gli incidenti causati dalla fauna selvatica, ma lungo le strade che circondano il parco naturale non ne sono stati installati. Con idonee recinzioni si eviterebbero gli sconfinamenti dei daini e i conseguenti rischi per la circolazione stradale", queste le proposte del consigliere. La risposta è arrivata in aula dall’assessore all’Agricoltura e caccia, Alessio Mammi, che ha ribadito: "Si sta affrontando il problema, assieme agli enti interessati, anche attraverso la cattura e il trasferimento dei daini; inoltre, è prevista la sterilizzazione e la marcatura di questi animali". Mammi ha affrontato poi il tema della sicurezza viaria: "L’obiettivo è attivare prima possibile strumenti rivolti alla sicurezza stradale, con l’istallazione di adeguati sistemi di prevenzione per gli incidenti stradali e la posa di cartelli che segnalino il pericolo collegato all’attraversamento di animali".