Quotidiano Nazionale logo
11 apr 2022

Minacciano due ausiliari del traffico a Faenza Scatta la denuncia per un artigiano e due giostrai

Gli episodi sono stati due, in pieno centro. L’accusa per i tre uomini è di minaccia a pubblico ufficiale

Tre uomini sono stati denunciati dalla Polizia locale dell’Unione della Romagna Faentina per aver aggredito due ausiliari della sosta, ”rei” di aver sanzionato dei veicoli in sosta. Gli episodi in questione, due distinti, sono accaduti in pieno centro di Faenza dove la sosta è regolata con stalli blu a pagamento. Oggetto del contendere sono state le multe elevate dagli ausiliari della sosta, ”rei” solo di aver fatto il loro dovere, un fenomeno per nulla nuovo e che chi lavora sulla strada nei controlli sulla sosta conosce molto bene. E questo stavano facendo i due poveri ausiliari che nei giorni scorsi ‘battevano’ le vie del centro storico per controllare che i veicoli lasciati in sosta fossero in regola.

Un primo episodio ha visto coinvolti due giostrai originari del Veneto, noti alle forze dell’ordine, che, dopo aver portato a termine alcune commissioni in città, avevano trovato sul parabrezza del loro veicolo il verbale per l’assenza del ticket del parcheggio. Dopo aver dato un’occhiata in strada i due, fratelli di una trentina di anni, si sono messi a caccia dell’autore della sanzione amministrativa. Dopo qualche ricerca, nelle vie limitrofe finalmente hanno individuato l’obbiettivo, l’ausiliario riconoscibilissimo dal giubbino giallo. A quel punto i fratelli lo hanno affrontato. Prima hanno intimato di ritirare la multa, cosa non possibile perché, una volta emessa, la sanzione amministrativa non può, pur volendo, essere eliminata; poi sono passati alle vie di fatto. I due hanno minacciato il povero ausiliario e lo hanno strattonato. La cosa è finita con una provvidenziale fuga in ritirata dell’ausiliario della sosta. Secondo episodio ha visto coinvolto un altro ausiliario che è stato pizzicato da un artigiano a lasciare la multa sul suo furgoncino. L’uomo, un 40enne del Forlivese, appena sceso da un’abitazione dove aveva portato a termine un intervento, ha trovato l’ausiliario che stava redigendo il verbale per il furgoncino lasciato in sosta ‘selvaggia’. Così ha prima pesantemente minacciato il malcapitato e poi lo ha strattonato. I dipendenti dell’azienda che gestiscono la sosta in città si sono così rivolti al comando della Polizia locale dell’Unione dove hanno sporto denuncia-querela. Dopo una serie di accertamenti investigativi, dalle targhe, gli agenti del Comando di via Baliatico, sono risaliti ai proprietari dei mezzi e hanno identificato i tre aggressori che, convocati, sono stati identificati e denunciati per minacce a pubblico ufficiale.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?