Ravenna, la moda del monopattino elettrico arriva in città
Ravenna, la moda del monopattino elettrico arriva in città

Ravenna, 9 settembre 2019 - A 'sdoganare’ i monopattini elettrici è stato il governo Lega-M5s. A Rimini sono diventati uno degli ‘oggetti’ del desiderio dell’estate, facendo registrare un boom di noleggi. La vicinanza al mare, secondo molti, fa particolarmente apprezzare questo mezzo di trasporto alternativo. La riviera ravennate registra invece un ritardo se si considera che – al momento – da Casalborsetti a Lido di Savio non c’è praticamente nessuno che li noleggia, soprattutto per un certo scetticismo dei commercianti. Ciò non toglie che un po’ ovunque, a Ravenna città come nelle località di mare, non sia difficile imbattersi in ragazzi che sfrecciano per le strade usando questo veicolo innovativo, veloce, risparmioso e non inquinante.

D’altra parte, ci sono numerose catene di negozi in cui è possibile acquistarli, scegliendo fra diversi modelli e spendendo una cifra che oscilla tra i 200 e i 400 euro. Spostandosi verso il Cervese, c’è però Milano Marittima che fa eccezione: qui, fino a due anni fa, Noleggio Fabbri di viale Dante Alighieri teneva dei monopattini americani omologati per turisti e residenti.

«A un certo punto ho smesso – racconta il titolare Egidio Fabbri – perché le leggi in materia erano ambigue. Ma non è facile neanche ora districarsi. Per esempio, io noleggiavo dei modelli statunitensi e canadesi con sella, ammortizzatori e ruote più grandi, che avevano molta più stabilità di quelli attuali. Ma ora sono fuori produzione e, francamente, non capisco il perché si preferisca ‘spingere’ certe ditte che neppure si sa da dove vengano… A ogni modo, tornerò presto a noleggiarli perché i ragazzini e i turisti me li richiedono spesso. Così completerò l’offerta: le bici che vanno per la maggiore per spostarsi al mare senza auto, i risciò per le famiglie con bambini alla ricerca di un po’ di folclore e gli innovativi monopattini elettrici».

Nel complesso, il monopattino è facile da usare e, in molti casi, risolve evita l’insidioso problema del parcheggio soprattutto nelle località marittime. C’è però anche il rovescio della medaglia. C’è infatti chi lo usa in maniera impropria andando su strade vietate o, peggio ancora, facendo salire a bordo un’altra persone. Non a caso, sono già cominciate le prime sanzioni per chi trasporta un passeggero, fino al possibile sequestro del mezzo in caso di circolazione nelle strade vietate dai vari regolamenti comunali.