Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 giu 2022

Nuovi atti di inciviltà sugli animali, strappate le penne ad un pavone

Il gestore Elio Geminiani: "Gli animali sono qui per essere ammirati, non maltrattati, e neppure inseguiti dai bimbi"

21 giu 2022
Uno dei pavoni maschi ospitati al Parco Pertini di Cotignola
Uno dei pavoni maschi ospitati al Parco Pertini di Cotignola
Uno dei pavoni maschi ospitati al Parco Pertini di Cotignola
Uno dei pavoni maschi ospitati al Parco Pertini di Cotignola
Uno dei pavoni maschi ospitati al Parco Pertini di Cotignola
Uno dei pavoni maschi ospitati al Parco Pertini di Cotignola

Continuano gli episodi di inciviltà contro gli animali al Parco Pertini di Cotignola. Uno dei pavoni maschi che vivono nell’area verde, è stato oggetto di attenzioni non gradite, essendogli state strappate alcune penne. A trovarle a terra, col sangue non sncora coagulato sulle punte, il referente dell’Enpa e gestore del Parco, Elio Geminiani: "I pavoni maschi non riescono a correre veloci a causa della lunghezza della coda. Così sono spesso vittime degli inseguimenti da parte di bambini, con i genitori che non li fermano. Difficile però dire che l’autore di questo maltrattamento verso i pavoni sia un bambino, ma di sicuro servirebbe da parte dei genitori maggiore attenzione. Gli animali non vanno inseguiti. Per loro non è divertente e non è un gioco".

Nel corso di una festa di compleanno è accaduto l’ennesimo episodio e, ai rimbrotti di uno dei genitori presenti, il padre dell’inseguitore ha risposto arrogandosi il diritto di insegnare al figlio cosa fare o non fare. "Lo strappo delle penne è molto doloroso – conferma Geminiani – A terra ne ho trovate almeno 7. Il pavone era seduto poco più avanti. Gli animali vanno rispettati, ancor di più se si trovano in un ambiente libero come il Parco Pertini dove vivono per essere ammirati e non maltrattati".

La lista degli episodi che si sono verificati nelle ultime settimane è purtroppo lunga. Prima l’aggressione all’oca Tommaso, poi la sparizione del cucciolo di cigno Eve, la cui nascita era stata salutata come un evento eccezionale, poi la scomparsa di uova contrassegnate perché oggetto di cova e ora lo strappo delle piume dal pavone. "Servirebbe più senso civico – ribadisce Geminiani – Parco Pertini è unico nel suo genere, ma non può essere oggetto di scorribande contro gli animali. Il furto delle uova ad esempio, a cosa è servito? Le uova erano già in cova. Chi ha saltato la staccionata per rubarle si è trovato in mano un uovo nel quale già stava prendendo forma un pulcino. Che senso hanno questi gesti se non il semplice sfregio?"

Monia Savioli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?