Ultimo turno di prove in vista del Palio, i cavalieri si presentano in gran forma

Assente Innocenzi del Borgo. E ora una settimana intensa. per le scuderie rionali.

Ultimo turno di prove in vista del Palio, i cavalieri si presentano in gran forma

Ultimo turno di prove in vista del Palio, i cavalieri si presentano in gran forma

Ultimo turno di prove verso il Niballo, con tante tornate effettuate. Nel tardo pomeriggio di venerdì è andato in scena l’ultimo turno di prove libere verso la giostra. Alla luce dei tanti test effettuati a forte andatura, si può affermare che tutti e cinque i binomi sono pronti e che sarà una bella competizione. Nessuno che tiri i remi in barca fra i cavalieri, tutti concentrati sul da farsi e con in testa la voglia di portarsi a casa il bel drappo del Palio realizzato su San Pietro da Gian Carlo Montuschi. Assente il Borgo Durbecco in quanto Luca Innocenzi era impegnato nella parata della Giostra della Sfida a Foligno, sua città natale.

Il Rione Verde ha presentato in campo Marco Diafaldi, campione uscente, che appare già certo della scelta: ha fatto lavorare tranquilla Magia Dei Sapori, la cavalla dovrebbe essere quella giusta per la gara. È sceso in campo anche Tommaso Suadoni, il cavaliere di riserva, su Guaderiann apparso bello e tirato che ha portato a casa due tempi appena sopra al 12.700. Chi invece ha fatto diverse tornate a tutta è il cavaliere del Nero, Matteo Tabanelli, che ha segnato 12,618 a sinistra e 12,794 a destra su Lethal Gray e un discreto 12,654 a destra su Kelly in Black. Gertian Cela del Giallo ha fatto diverse tornate a tutta: migliori prestazioni, 12,551 a sinistra e 12,526 a destra su Foto di Rito. Il Rosso ha portato ben quattro cavalli. Matteo Rivola ha fatto ben 7 tornate, questi i migliori tempi: 12.615 a sinistra con Coltre di Neve e un eccellente 12.407 a destra con l’anglo arabo Bide Tue. Verso il termine della sessione c’è stato spazio anche per il debutto di Lorenzo Fantinelli del Rosso che ha corso le sue prime due tornate senza lancia, ma con un buon tempo di galoppo. Ora che le prove sono terminate si entra in un’altra settimana di intenso lavoro per le cinque scuderie.

Gabriele Garavini