Luzzara (Reggio Emilia), 19 novembre 2020 – Luzzara ha dato l’addio a Martina Bonaretti, la ragazza 21enne vinta da complicazioni cliniche provocate dal contagio da Covid-19. Un addio iniziato già prima del rito funebre in chiesa, quando il feretro della giovane è stato accompagnato nel cortile di casa, lungo la circonvallazione del paese, a ridosso del centro storico, dove ad attenderla, per un momento di saluto privato, c’erano i genitori Lucio e Silvia, con la sorellina Aurora, costretti a casa dall’isolamento dovuto alla conferma della positività al virus.

E un simile saluto è stato ripetuto anche dopo la messa, durante l’ultimo viaggio di Martina, alla presenza di molti amici. I familiari non hanno potuto partecipare alla messa, proprio per la loro positività al Covid. Come molti altri amici e conoscenti hanno potuto assistere alla cerimonia funebre a distanza, attraverso la diretta streaming del canale social dell'oratorio luzzarese, oltre che dell’emittente locale Teletricolore.

Il ricordo straziante  Il fidanzato: "Eri una parte di me"

La messa è stata officiata dal parroco, don Piergiorgio Torreggiani e da don Emanuele Benatti, sacerdote luzzarese molto amico della famiglia Bonaretti. E’ stata una funzione religiosa molto partecipata anche dalle circa 90 persone che hanno potuto accedere alla chiesa parrocchiale. Sulla bara una maglietta raffigurante una tenera immagine di Martina e del fidanzato Davide, con un messaggio: “Ma se ti aspetterò sul ciglio senza far rumore puoi annullare le distanze che un po’ ci uccidono. E intanto sopravviverò”.

In chiesa presenti alcuni parenti dei Bonaretti, insieme ad amici di vecchia data della famiglia. Alcuni di loro hanno voluto salutare Martina dal microfono, a fine messa. Così come ha fatto il sindaco Elisabetta Sottili, rappresentante di tutta la comunità locale in questo triste momento e anche portavoce dei familiari di Martina, i quali hanno voluto ringraziare per l’enorme affetto e solidarietà ricevuta in questi giorni.

E con un messaggio anche la vicepresidente della Camera, la reggiana Maria Edera Spadoni, ha voluto esprimere cordoglio alla famiglia Bonaretti, sottolineando pure come il virus possa uccidere anche persone giovani, invitando tutti a rispettare le regole. Dopo la messa il feretro è stato portato al vicino cimitero, in attesa del trasferimento a Mantova per la cremazione.

false 

Il primo cittadino Il sindaco con la fascia per l’estremo saluto "Aveva occhi bellissimi"