GIULIA BENEVENTI
Politica

Eletti Emilia Romagna 2020 Reggio Emilia, chi entrerà in aula e chi no

Mammi primo in provincia e secondo in regione per preferenze, sul podio anche Ottavia Soncini

Alessio Mammi e Ottavia Soncini, campioni di preferenze a Reggio

Alessio Mammi e Ottavia Soncini, campioni di preferenze a Reggio

Reggio Emilia, 27 gennaio 2020 - Il bilancio finale delle elezioni regionali vedrà - a scanso di modifiche della Corte d’Appello - sette reggiani in Assemblea Legislativa.

Preferenze: ecco i più votati - Il nuovo consiglio regionale

Per il Pd è primo tra tutti Alessio Mammi, ex sindaco di Scandiano ultra-votato con 15.015 preferenze (secondo a livello regionale solo a Elly Schlein). Segue la riconfermata Ottavia Soncini, che alza il tiro rispetto alle elezioni del 2014 con 9.485 voti, e l’attuale segretario del Pd Reggio Andrea Costa (7.443). Rimane fuori dalle scene regionali Roberta Mori che si ferma a 5.834, mentre sale sul carro dei dem il volto tv reggiano Stefania Bondavalli, con la lista civica ‘Bonaccini Presidente’ e 2.952 preferenze a suo nome.

Colpo grosso anche per la lista ‘Emilia-Romagna Coraggiosa’ con Federico Amico (3.896): si dovrà aspettare qualche giorno, ma l’ipotesi più quotata è che il seggio reggiano spetti a lui ed Elly Schlein opti per quello bolognese. Nessun seggio invece ai pentastellati, che alle scorse elezioni erano rappresentate in Regione anche dal reggiano Gian Luca Sassi.

I volti locali dell’opposizione sono due: l’avvocato Maura Catellani (Lega), che taglia il traguardo con 3.828 preferenze, oltre a Gabriele Delmonte sempre della Lega (3.539, quattro volte in più rispetto al risultato del 2014). Nonostante la corsa assieme alla Lega restano fuori Cinzia Rubertelli, consigliera comunale di Alleanza Civica, e Matteo Melato, i quali raggiungono rispettivamente quota 3.080 e 1.213 voti.