San Patrizio si festeggia il 17 marzo (Foto d'archivio)
San Patrizio si festeggia il 17 marzo (Foto d'archivio)

Rimini, 15 marzo 2019 - La Romagna si colorerà di verde in occasione di San Patrizio, il Santo patrono d’Irlanda, la cui ricorrenza si celebra il 17 marzo. Se, infatti, in tutta Italia decine di monumenti cambieranno colore (due su tutti, il Colosseo a Roma e la Torre di Pisa) in segno di amicizia nei confronti dell’Irlanda, numerose saranno anche le occasioni di festa in giro per la Romagna. Venerdì 15 marzo avrà inizio un vero e proprio “green weekend”, durante il quale sapori, musiche e folklore tipici della terra irlandese invaderanno locali e pub, creando un’atmosfera imperdibile.

Si comincia venerdì 15, al Mosaic Beer House di Cesena, dove il gruppo Mad Boggers trasporterà il pubblico in un viaggio ideale attraverso l’isola di smeraldo, suonando le melodie ispirate alla musica tradizionale irlandese. Sabato 16, poi, è prevista una cena a tema, interamente composta di piatti irlandesi, rivisitati da Francesco Righi Bozzuto. Da venerdì a domenica, inoltre, saranno disponibili cinque differenti birre alla spina, prodotte da Galway Bay Brewery, etichetta di eccellenza del panorama brassicolo artigianale irlandese.

Nella minuscola e pittoresca frazione di Sorrivoli, sulle colline cesenati, venerdì 15 si anticiperà San Patrizio con la performance dei Dun Muin: musica tradizionale irlandese, contaminata da sonorità provenienti da altri generi (a cura della Cooperativa Sociale Terra dei Miti, inizio alle ore 21:30).

Come ogni anno il ristorante Mamy's Pub e l'osteria pub Maraffa di Cesenatico organizzano il St. Patrick's Day. Domenica sera in tutti e due i locali saranno preparati piatti tipici irlandesi. Al Mamy’s Pub un piatto unico Irish con risotto alla Guinness, costolette di agnello con salsa alla senape e spezzatino alla Guinness con patate. Costo 14 euro. Musica con il gruppo 'Sit'. Venerdì e sabato si potrà gustare un hamburger da 220 grammi con patate, marinato alla Guinness. Costo 11 euro. Il Maraffa proporrà 3 ostriche a 6 euro, risotto alla Guinness con spezzatino alla birra e patate a 14 euro, risotto alla Guinness e salmone in salsa Whiskey con patate a 14 euro. Torta Irish offerta a tutti dal Maraffa. Musica con il gruppo 'Green Land Trio'.

Domenica 17 a Cesenatico verrà festeggiato il 14° anno di gemellaggio con il John Kavanagh detto Gravediggers che è uno dei pub più antichi dell'intera Irlanda e l'unico rimasto alla stessa famiglia nel corso del tempo, dal lontano 1833. Il proprietario è Eugene Kavanagh. «Gravediggers« significa becchino, visto che il locale si trova di fianco al cimitero più vecchio di Dublino, il Prospect Cemetery detto cimitero di Glasnevin. Tra il locale e il cimitero vi era un passaggio segreto dal quale i becchini potevano entrare in segreto nel pub e scolarsi una pinta di Guinness. Nel vecchio pub pare che il tempo si sia fermato. Nessuna Tv o radio, solo il vociare della gente e pinte di Guinness (la migliore della città) e in un angolo del pub ci sono la bandiera romagnola con la classica caveja, il nostro 'Lunêri di Smémbar', le magliette che sponsorizzano i locali 'Mamy's' e 'Maraffa' a suggellare il gemellaggio.

Per info e prenotazioni pagine Facebook: Ristorante Mamy's Pub Cesenatico tel. 0547-81394; 320-6059466 e Osteria Pub Maraffa tel. 0547-84663. Il sito internet www.mamyspub.it , Instagram mamys_maraffa.

Tre giorni di festa al Piccadilly Pub di Faenza (Ravenna), che per l’intero weekend si trasformerà in “Taverna Piccadilly”, allietata da musica folk, suoni di cornamuse, fiumi di birra irlandese e gadget a tema per tutti i visitatori. Venerdì 15 si esibiranno gli Sleego, Sabato 16 i Dadgad – Irish Balfolk e, infine, domenica 17 sarà il turno de La Volta Buona, duo che ripropone in chiave acustica un vasto repertorio di successi rock e folk.


Tante gustose occasioni di festa anche a Rimini e provincia: in città, non poteva mancare all’appello lo storico Rose&Crown, il primo British pub italiano, aperto sul lungomare nel 1964. Tre giorni all’insegna della buona birra e dei piatti tipici della cucina irlandese, che culmineranno nel concerto della band Irish Folk, domenica sera. Nell’entroterra, a Talamello, cittadina della Valmarecchia altrimenti nota per il suo delizioso formaggio di fossa, sabato 16 marzo, a partire dalle ore 18, si aspetterà San Patrizio in piazza: garantiti street food a tema (stinco alla Guinness e fish and chips, solo per citare le due specialità più amate), mercatini dell’artigianato per tutti i gusti, musica live e l’immancabile birra irlandese. A proposito di birra, a Morciano di Romagna (RN), venerdì e sabato il pub Baraka’s offrirà una pinta di Guinness a tutti coloro che si presenteranno vestiti a tema, con qualche nota di verde e un tocco di creatività.


Si può optare per la celebre Birreria forlivese BiFor, dove San Patrizio si ricorda addirittura per una settimana (dal 12 al 17 marzo). Selezione di birre artigianali scure, menù a tema (tra le curiosità, il “Birramisù alla Stout”) e concerti di musica folk allieteranno le serate del BiFor fino a domenica. I visitatori sono invitati a portare tutto ciò che di verde hanno in casa: non solo felpe e pantaloni, ma anche il classico trifoglio (simbolo inconfondibile dell’isola), da appuntare sul bavero della giacca. 

Al Jump, in piazza Morgagni, la festa comincia stasera, per tre giorni di appuntamenti tutti a tema irlandese. Il locale, tinto ovviamente di verde, proporrà un menù a tema,  con stinco alla Guinnes e hamburger Dublino, per rimanere in tema. La musica? Irlandese, ovviamente. Venerdì e domenica da sottofondo una playlist proveniente dal paese del quadrifoglio, sabato sera invece musica live con i ‘Jack & Drive’ a partire dalle 20.30. «Proporremmo poi tanti giochi e gadget – spiega Luca Gardella, uno dei due titolari del Jump –, e ci sarà una piccola sorpresa per chi verrà vestito di verde». Al BiFor di piazza Cavour invece si farà festa domenica a partire dalle 19, con ‘Happy St. Patrick’: in concerto i ‘The Mad Boggers’ live e un aperitivo in tinte irlandesi. Anche al Jungle di viale Vittorio Veneto l’appuntamento è per domenica, questa volta a partire dalle 20, col Saint Patrick’s Party: birra e musica a tema.

 

Anche a Ferrara i festeggiamenti cominceranno venerdì e dureranno per l’intero weekend: il pub “Il Molo” offrirà per tre giorni la birra media Guinness al prezzo speciale di 3 Euro. Chi lo desidera potrà abbinarci le immancabili ostriche, come vuole l’usanza irlandese. La festa culminerà domenica 17 marzo, giorno di San Patrizio, con la chiusura al traffico di Via Contrari (nei pressi del locale) dalle ore 12 alle 20. Lo spazio servirà per servire il tradizionale Irish Brunch, a base di burger, salsicce, fagioli, uova strapazzate, toast. Si mangerà, si berrà birra e si canterà con il gruppo folk Good Night Irene. Alle 17, in strada, andrà in scena l’apertura della botte Old English Porter. Sempre a Ferrara, al Circolo Arci “BlackStar”, venerdì si terrà un altro curioso evento: alle ore 19, la vecchia gloria del calcio Saul Malatrasi, difensore nella grande Inter di Herrera e nel Milan di Rocco e Rivera, racconterà dal vivo gli aneddoti più gustosi della sua avventurosa carriera di calciatore. Tra ricordi ed emozioni, Saul racconterà anche di “quella volta che stoppò il mitico George Best”. Seguirà, alle ore 20, cena irlandese con lo chef internazionale Saemus O'Marel, reso celebre dal suo “goulash alla Guinness”. Alle ore 22, gli irriverenti Good Night Irene promettono di trasformare, con le vibrazioni del loro sound, il Po nel Liffey e l’Adriatico nel Mar d’Irlanda.

Gli eventi a Bologna - San Patrizio a Macerata

(ha collaborato Ermanno Pasolini)