Doppio focolaio covid nelle caserme dei pompieri a Rimini
Doppio focolaio covid nelle caserme dei pompieri a Rimini

Rimini, 22 ottobre 2021 - Due focolai Covid tra i pompieri delle caserme di Rimini e Novafeltria. Si tratta di sette vigili del fuoco risultati positivi al coronavirus. I pompieri erano tutti vaccinati. In questi casi - segnalano i virologi - il vaccino riduce fortemente le problematiche che nei casi più gravi possono insorgere con il contagio. Le due caserme sono aperte regolarmente. Nessuna conferma ufficiale, ma a quanto viene lasciato trapelare, non si tratterebbe di focolai interni alle caserme. Gli operatori si sarebbero contagiati in occasione di incontri effettuati al di fuori dei rispettivi luoghi di lavoro.

I sette vigili del fuoco - cinque sarebbero stati operativi nella caserma di Novafeltria, due in quella di Rimini - sarebbero in buone condizioni di salute, e mostrerebbero sintomi lievi. La conferma della loro positività è venuta dai tamponi effettuati, a fronte di alcuni disturbi manifestati. 

Focolaio Covid Modena, chiuse le scuole elementari di Carpi

Covid  a Rimini: il bollettino

Nella giornata di ieri si sono registrati nel riminese due morti per Covid. Si tratta di due uomini, uno di 83 anni, di Rimini, e uno di 94 anni, di San Leo. Si aggiungono ai due decessi registrati nell’ultima settimana, tra l’11 e il 17 ottobre. Ne dà notizia, nel bollettino regionale, la Regione Emilia Romagna. Che segnala anche ventisette nuovi positivi registrati ieri in provincia di Rimini. Si tratta di 17 uomini e 10 donne; 6 asintomatici e 21 sintomatici. Nel dettaglio: 5 casi sono stati rilevati per sintomi; 19 per contact tracing; 3 test per rientro dall’estero.

Le guarigioni, segnala la Regione, si possono stimare nell’intera provincia in circa 23. Sale a due il numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva (era uno soltanto nella giornata precedente).

Nell’arco della scorsa settimana i contagi in Romagna hanno registrato un lieve incremento. Rimini ha mantenuto inalterato il numero della settimana precedente: 137 casi, dei quali 64 diagnosticati nel capoluogo, 13 a Riccione, 13 a Verucchio, 11 a Bellaria. Sono complessivamente meno di 300 nella provincia i casi attivi di Covid, mentre è salito sopra quota 244mila (il 76 per cento della popolazione sopra i 12 anni) il numero di riminesi che hanno ricevuto almeno una dose di vaccino o la dose unica.

Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia Romagna si sono registrati 428.776 casi di positività, 294 ieri in più rispetto al giorno precedente, su un totale di 30.310 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore L’età media dei nuovi positivi è 40,6 anni. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’1 per cento, segnala la Regione. Nel Riminese i casi di positività dall’inizio della pandemia sono 41.590. Quanto alle persone complessivamente guarite in Emilia Romagna, sono 777 in più rispetto a mercoledì e raggiungono quota 403.454. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a ieri erano 11.776 (487 in meno del giorno precedente). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 11.462 (474 in meno), il 97,3 per cento dei casi attivi.

Covid: le ultime notizie

No Green Pass Rimini: manifestazioni e preghiere contro la carta verde

Covid Italia, Gimbe: "Rallenta discesa contagi". Tutti i dati dell'ultimo monitoraggio

Nuova variante Delta AY.4.2: "E' già arrivata in Italia"

Iss: i decessi per Covid tra i non vaccinati sono 23 volte di più che tra gli immunizzati